3 Aprile 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Venerdì, 03 Aprile 2015 11:10

Original Chicago Disco, nuova «chicca» per il Carrozzone Eventi

Original Chicago Disco, nuova «chicca» per il Carrozzone Eventi
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore


Il giorno 1 aprile sul profilo facebook dell'ideatrice del Carrozzone Eventi 70 80 & Live Music, è comparso uno spiritoso post che comunicava uno stop agli eventi, ma si è trattato solo del classico «pesce di Aprile», infatti il carrozzone si è già messo in movimento e parafrasando un passaggio della celebre canzone di Renato Zero, «Il carrozzone va avanti da sé, con le regine, i suoi fanti, i suoi re»….

Ma bando alla nostalgia e guardiamo avanti. In questo evento oltre alla musica rigorosamente in tema con la famosa discoteca di Baricella, ci sarà la presenza di uno stand del Canile di Trento ove sarà possibile acquistare le ormai famose magliette “Fonghi 80” con l'emblematica immagine del vagabondo, messe a disposizione dal Carrozzone Eventi, il cui ricavato andrà interamente devoluto all'associazione, che a sua volta esporrà altri articoli in vendita per l'occasione.

Sarà anche un Aperol Party con simpatiche ragazze che macchina fotografica alla mano, scatteranno ai partecipanti le foto ricordo che verranno immediatamente consegnate, oltre alla distribuzione di utili gadgets.

Ma va soprattutto annunciato lo Special Guest della serata: Dj Ebreo che fu uno dei djs che resero grande appunto il Chicago Disco di Baricella.

Mauro Berretti in arte "Ebreo" nasce come "Disck Jokey" nel 1977; influenzato fortemente dalla personalità e dal metodo di lavoro dei due Dj della Baia degli Angeli, gli americani "Bob & Tom", decide in quel periodo di intraprendere, lui stesso, quella carriera poi rilevatasi poi così intensa e fortunata. Dopo alcuni anni di tirocinio in varie discoteche il suo stile e la sua passione per la musica lo portano a sperimentare vere e proprie innovazioni musicali differenti da quelle abitualmente ascoltate in tutte le altre discoteche in voga in quegli anni.

A quel punto si distingue e si fa notare ed è così che approda nella discoteca Chicago di Baricella (BO) dove suonerà per ben sei anni. Era il 1979/80 quando il Chicago aprì per la prima volta e fu un vero e proprio boom, da lì per il Dj Ebreo fu il vero inizio della sua avventura ed il suo vero punto di partenza. In quegli anni il suo stile si perfezionò ed arrivò a dei veri punti di musicalità estrema e di ricerca fra le più disparate etnie, e così la sua musica divenne: brasiliana, africana, jamaicana, funky ecc.

Lo stile fu etichettato, dal pubblico, "Afro Funky" ed in anni più recenti solo AFRO. Nacquero così, in quel tempo, i primi "Afroraduni", cioè uno speciale incontro fra un gruppo di Djs dello stesso stile, che muoveva e radunava nei migliori Palasport gente da tutte le parti dell' Italia. Questo fu molto positivo per il movimento "Afro" perché permise a questo stile musicale di espandersi in più parti d'Italia ed anche all'estero.

Dopo l'esperienza del Chicago iniziò a suonare in svariati locali tra i quali: il Cosmic di Lazise (VR), Les Cigales di Desenzano (VR), il Typhoon di Brescia, il Melody Mecca di Rimini, il Boomerang (l'attuale Verve) di Calcinelli (PS), lo Spleen di Riva del Garda, il Cotton Club di Venezia, il Prima stella di Bergamo, il Melamara di Castiglione delle Stiviere e tantissimi altri. Nel 1984 viene premiato come miglior Dj Italiano dalla rivista "TUTTO" musica e spettacolo in una serata al Variety di Bologna presentata da Red Ronnie ed Enzo Persuader ed organizzata da Bibi Ballandi, quest'ultimo molto importante nel percorso artistico dell' Ebreo.

Oltre a Dj l'Ebreo è anche percussionista, ed è così che anche in questo campo dopo svariati esperimenti con diversi altri percussionisti nel "90", circa, decide di fondare un gruppo suo. Due anni dopo esce il progetto Mamukata con rispettivo gruppo per le Live Performance e ben otto dischi all'attivo. Nel gruppo l'Ebreo si avvale di altri due ottimi musicisti: Matteo Scaioli (Table e voce) e Dj Raba (percussioni africane) nel contesto del gruppo l'Ebreo è il creatore e arrangiatore di tutti i brani.

Con questo progetto inizia un nuovo movimento dove il Dj esce dalla tradizionale consolle ed entra in un modo fatto di tecnologia, di voci fatte al campionatore, di groove costruiti al computer, insomma un altra vera e propria rivoluzione del Dj cha abbandona il vinile e trova un altro valido modo di fare musica e comunicare con il pubblico. Infine da ricordare la presenza nei maggiori afroraduni Italiani ed Europei...

Appuntamento quindi da non perdere sabato 18 aprile a partire dalle 22.30, Matisse al Bar (Teatro comunale di Pergine Valsugana) ove Dj Ebreo sarà lo special guest della serata organizzata dal Carrozzone Eventi di Trento, dove a farla da padrone, oltre ai suoni magici di questo artista, si aggiungeranno quelli di Dj Pio Leonardelli, Dj Henry, il tutto accompagnato dalle percussioni live di Andy B., ovviamente a ingresso libero.

Leggi altri articoli della rubrica "Cultura ed Eventi"