3 Aprile 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 08 Gennaio 2018 11:24

Meteo: Oggi ancora forte maltempo al nord con piogge

Meteo: Oggi ancora forte maltempo al nord con piogge
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Oggi forte maltempo al nordcon piogge sempre più estese e intense. neve abbondante in quota sulle alpi: pericolo valanghe in aumento soprattutto in piemonte e valle d’aosta (fino a 4-forte).

Forte scirocco: mari agitati con rischio mareggiate sulle coste esposte, temperature in aumento nelle minime, sempre molto miti per la stagione, specie al centro-sud. Domani graduale attenuazione delle precipitazioni al nord, il tempo peggiora al centro e, mercoledì, anche al sud. Da metà settimana affluirà aria più fredda e le temperature si riporteranno su valori più  normali per il periodo. 

Il graduale avvicinamento dalla Spagna di un vortice di bassa pressione indirizzerà lunedì la parte più attiva di una perturbazione (la n. 5 di gennaio) verso l’Italia con effetti soprattutto al Nord dove piogge e nevicate in quota si intensificheranno a iniziare dal Nordovest. Fenomeni forti o abbondanti sono attesi principalmente tra Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria di Ponente. Accumuli di neve fresca prossimi al metro e mezzo- affermano i meteorologi del Centro Epson Meteo- sono attesi su Alpi piemontesi e valdostane. Al Centrosud il protagonista principale sarà ancora il forte  Scirocco che, oltre a causare mari agitati e mareggiate, manterrà le temperature ben oltre le medie stagionali. Martedì, mentre al Nord assisteremo a una lenta attenuazione dei fenomeni, al Centro è atteso un peggioramento con precipitazioni anche a carattere di rovescio che poi mercoledì tenderanno a scivolare verso il Sud. Lo Scirocco che martedì soffierà ancora moderato al Sud e in Sicilia, entro mercoledì verrà sostituito da venti più freschi che ridimensioneranno il clima mite fuori stagione”.

PREVISIONI PER LUNEDÌ

Lunedì: fino al pomeriggio cielo coperto al Nord con piogge intense e diffuse e neve abbondante oltre i 1400-1600 metri circa all’estremo Nordovest, piogge isolate sulle Venezie; nuvolosità più irregolare nel resto d’Italia. In serata e nella notte piogge in progressiva estensione e intensificazione nelle altre regioni settentrionali con neve anche abbondante sulle Alpi occidentali oltre i 1300-1500 metri e con fenomeni forti nella notte anche su alta Lombardia e Venezie. In serata non si esclude qualche locale piovasco anche nelle regioni centrali tirreniche e in Umbria. Temperature massime in ulteriore aumento con valori sensibilmente sopra la norma, in particolare al Centro-Sud, dove si potranno sfiorare i 20 gradi. Venti da moderati a forti di Scirocco, con raffiche fino a 60-70 km/h al Centro-Sud. Mari agitati, con rischio di mareggiate lungo le coste esposte a sudest. La nostra previsione per lunedì ha un Indice di Affidabilità medio (IdA tra 75 e 80).

LE CRITICITÀ DI LUNEDÌ

Per la giornata di lunedì la Protezione Civileha diramato un'allerta arancione di moderata criticità per rischio idrogeologico localizzato su alcuni settori di Liguria, Piemonte e Veneto. In particolare, Liguria: Bacini Liguri Marittimi di Ponente; Piemonte: Valli Orco, Lanzo e Sangone, Valli Susa, Chisone, Pellice e Po; Veneto: Piave pedemontano. Diramata un'allerta gialla per ordinaria criticità per rischio idrogeologico localizzato sull'intera Valle d'Aosta, sui restanti settori della Liguria e su alcuni settori delle seguenti regioni. Emilia Romagna: Bacini emiliani centrali, Bacini emiliani occidentali; Piemonte: Toce, Val Sesia, Cervo e Chiusella, Valli Varaita, Maira e Stura, Pianura Cuneese, Valle Tanaro, Pianura Torinese e Colline; Veneto: Livenza, Lemene e Tagliamento, Basso Brenta-Bacchiglione e Fratta Gorzone, Alto Piave, Basso Piave, Sile e Bacino scolante in laguna, Alto Brenta-Bacchiglione-Alpone.

PERICOLO VALANGHE

Secondo il bollettino Aineva, nella giornata di oggi (lunedì 8 gennaio) il pericolo valanghe è di grado 4 (forte) sui settori alpini occidentali (specialmente su Piemonte e Valle d’Aosta). Pericolo per lo più di grado 3 (marcato) sui restanti settori.

PREVISIONI PER MARTEDÌ

Martedì cielo da nuvoloso o coperto in quasi tutta Italia: farà eccezione la Sardegna, dove il tempo sarà abbastanza soleggiato. Al Nord precipitazioni in lenta attenuazione, più diffuse al mattino su settore ligure, Alpi, pianure adiacenti ed estremo Nord-Est. Limite della neve in montagna oltre i 1.000-1.300 metri, con nevicate al mattino ancora localmente intese a ridosso delle Alpi centro-occidentali. Il tempo tenderà a peggiorare al Centro, con le prime piogge al mattino su Umbria e nord del Lazio, in successiva estensione al resto della regione, alle Marche, in serata anche all’Abruzzo. Non si escludono rovesci e locali temporali. Nella notte queste precipitazioni raggiungeranno il Molise, la Campania, il nord della Puglia e l’ovest della Sicilia. Temperature massime in lieve diminuzione al Nord, su regioni centrali tirreniche e Sardegna. Ancora moderato Scirocco al Sud, in Sicilia e sul mare Adriatico.

LA TENDENZA PER I GIORNI SUCCESSIVI

Mercoledì  giornata di maltempo al Sud e sulla Sicilia, con piogge, rovesci e qualche temporale. Al mattino residue precipitazioni su Abruzzo e Molise, nevose oltre 1300-1600 metri. Dal pomeriggio tendenza a schiarite in Abruzzo e sulla Sicilia centro-occidentale. Tendenza a nuovo peggioramento sulla Sardegna, Liguria centro-orientale e nord-ovest della Toscana, dove, soprattutto in serata e nella notte, giungeranno nuove precipitazioni. Nel resto del Paese la nuvolosità tenderà in parte a diradarsi, lasciando spazio a schiarite localmente anche ampie. Al mattino nono si esclude la formazione di nebbie a banchi sulle pianure del Nord e lungo i litorali tra Veneto e Romagna.

Temperature in generale diminuzione, sia le minime che le massime, con valori che gradualmente si riavvicinano alla media stagionale. Venti ancora moderati al Sud e attorno alle Isole. Nella seconda parte della settimana le temperature si riporteranno ovunque più consoni alla stagione: merito dell’afflusso di aria più fredda dai quadranti orientali, che dovrebbe coinvolgere maggiormente le regioni settentrionali nel fine settimana. Per quanto riguarda il tempo, nelle giornate di giovedì e venerdì permarranno ancora condizioni di instabilità atmosferica nelle regioni centrali adriatiche, al Sud e sulle Isole, dove saranno possibili alcune precipitazioni.

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"