30 Marzo 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Venerdì, 16 Novembre 2018 16:28

Maltempo: varati dalla Giunta provinciale i primi provvedimenti per affrontare l’emergenza

Maltempo: varati dalla Giunta provinciale i primi provvedimenti per affrontare l’emergenza
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Prima seduta ufficiale e prime delibere per la nuova Giunta provinciale che stamani è salita a Dimaro in Val di Sole per esprimere la vicinanza ad una delle comunità del Trentino più colpite dal maltempo.

Un gesto simbolico, accompagnato però da alcuni atti concreti. L’esecutivo, guidato dal presidente Fugatti, ha infatti adottato una serie di provvedimenti con i quali vengono formalizzate le azioni già intraprese all'indomani degli eventi calamitosi per dare risposta ai danni procurati dal maltempo.

In primo luogo, la Giunta ha approvato l’Accordo di solidarietà, per il quale c’è già un’intesa di massima con le associazioni imprenditoriali e sindacali, per promuovere una raccolta di fondi a favore del territorio e della popolazione. Con tale accordo si prevede, anche sulla base di analoghe esperienze realizzate in passato in occasione di gravi calamità, di realizzare una concreta iniziativa di solidarietà, che coinvolga anche i lavoratori ed i datori di lavoro del settore pubblico e di quello privato. E’ prevista la possibilità per i dipendenti pubblici di versare delle cifre a supporto di chi ha bisogno, con delle risorse, a decisione dell’interessato, trattenute direttamente.

Cittadini e lavoratori, imprese e associazioni di categoria potranno quindi contribuire ad una iniziativa che si affianca a tutte le altre azioni sviluppate in questi giorni dai vari soggetti coinvolti nell'emergenza maltempo. Viene dunque formalmente attivato il Fondo di solidarietà “CALAMITÀ TRENTINO 2018”, nel quale confluiranno i contributi versati dai lavoratori, dai datori di lavoro nonché da quanti vorranno aderire mediante un versamento libero e volontario. Il contributo del lavoratore è pari al compenso spettante al singolo lavoratore per una o più ore di lavoro o può essere determinato, in base alle esigenze organizzative delle amministrazioni stesse, anche in quote pari a 10,00 euro ciascuna.

Per i dipendenti delle amministrazioni pubbliche le modalità di versamento volontario del contributo saranno determinate con apposite istruzioni operative impartite dagli enti stessi sulla base delle direttive promosse dalla Provincia. ll contributo volontario del datore di lavoro è indicativamente pari alla somma complessivamente versata dai lavoratori propri dipendenti.

Per i versamenti tramite bonifico bancario, come specificato nella campagna di informazione già avviata, l’IBAN da utilizzare è IT12S0200801820000003774828. E’ importante indicare la causale “CALAMITÀ TRENTINO 2018”. I fondi raccolti saranno gestiti da un tavolo tecnico, il cui funzionamento e la composizione saranno definiti d’intesa tra i sottoscrittori dell’Accordo, su proposta della Provincia.

Tenuto conto che gli eventi calamitosi comportano significative ricadute finanziarie sul bilancio dei comuni, la Giunta, in accordo con il Consiglio delle autonomie locali, ha adottato in via preliminare una delibera con la quale viene estesa al 2019 la possibilità per i Comuni di richiedere fabbisogni straordinari di cassa sulle somme concesse in parte corrente, entro un ammontare massimo di 35 milioni, a fronte di comprovate esigenze di liquidità. Inoltre, con una modifica al protocollo d’intesa in materia di finanza, anche questa adottata in via preliminare, viene posticipato al 31 dicembre, rispetto al 30 novembre, il termine per la presentazione delle variazioni di bilancio dei Comuni.

Il termine del 31 dicembre per l’approvazione dei bilanci di previsione 2019/2021 viene invece posticipato al 31 marzo, con l’autorizzazione all'esercizio provvisorio fino, appunto, a tale data. Infine viene differito al 15 febbraio 2019 il termine previsto per la presentazione all'organo consiliare dello schema di bilancio di previsione e del documento unico di programmazione relativo al triennio 2019/2021.

La Giunta, infine, ha ratificato l'intesa, già espressa in via d’urgenza dal Presidente della Provincia il 15 novembre, sullo schema di ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile che predispone i primi interventi urgenti di protezione civile nelle regioni colpite dal maltempo. 

 

 

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"