17 Febbraio 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 11 Febbraio 2019 12:14

Katharsis 2019: al via il festival di musiche classiche, jazz, contemporanee

Katharsis 2019: al via il  festival di musiche classiche, jazz, contemporanee
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Riprende sabato 16 febbraio 2019 Katharsis, festival di musiche classiche, jazz, contemporanee, giunto nel 2019 alla sua quinta edizione, sotto la direzione del pianista e compositore trentino Edoardo Bruni.

I concerti si svolgeranno come d'abitudine alla sala SOSAT in Via Malpaga 17 a Trento, con inizio alle ore 17.30. Intento del festival Katharsis è promuovere la musica classica e jazz, con particolare attenzione alla musica contemporanea che risulti lontana sia dagli sgradevoli estremismi di certa avanguardia, sia dalle eccessive semplificazioni di correnti più vicine alla musica commerciale che alla musica d'arte.


 

Sabato 16 febbraio 2019 ore 17.30 - Trento, sala SOSAT

CELLO E PIANO

Luca Provenzani, violoncello

Fabiana Barbini, pianoforte

Musiche di Sergej Prokofiev, Dimitri Shostakovich, Riccardo Malipiero

 

In questo primo concerto di Katharsis 2019, un rinomato duo toscano propone un programma interamente novecentesco, particolarmente ricercato ma al contempo accattivante per l'ascolto del pubblico. Nella prima parte Luca Provenzani, primo violoncello dell'Orchestra Regionale Toscana, eseguirà la sonata per violoncello solo di Prokofiev e la fantasia per violoncello solo di Riccardo Malipiero, nipote del più celebre Gian Francesco Malipiero ma non meno talentuoso: si avvalse infatti della tecnica dodecafonica, ma applicandola in maniera più libera, flessibile ed espressiva rispetto ai suoi contemporanei. Nella seconda parte lo stesso Provenzani in duo con la pianista Fabiana Barbini eseguiranno la brillantissima ed eclettica sonata per violoncello e pianoforte di Shostakovich.

 

Sabato 2 marzo 2019 ore 17.30 - Trento, sala SOSAT

LO SPIRITO POPOLARE NELLA MUSICA COLTA

DUO FOLIES

Lidia Giussani, flauto dolce

Luca Lucini, chitarra

Musiche di Dowland, Corelli, Bartok, Falloni

 

Il “Duo Folies” ci condurrà in un meraviglioso viaggio musicale attraverso i luoghi, il tempo e gli stili di varie epoche, attraversando Inghilterra, Italia, Spagna, Portogallo, Ungheria, dal Primo Barocco fino ai nostri giorni, attingendo a temi popolari, a canzoni o a danze per tradurli in nuove emozioni alternando dolci cantabili con guizzi e iperbole di segmenti musicali e ritmi folli: avanti allora con Follie, Sonate e Fantasie dai timbri sonori a volte arcaici e antichi, a volte sfacciatamente moderni. Incontreremo i magnifici temi della tradizione anglosassone del XVI/XVII sec., la sfavillante scrittura del grande Handel che fu amico e estimatore dell’italiano Corelli il quale ci lascerà un’ammirevole serie di variazioni su un antico tema portoghese detto la Follia. Sempre in Italia incontreremo il compositore Falloni (nato nel 1969) con una Suite basata su temi originali che si sviluppano sugli stilemi della musica popolare bretone. Poi in Ungheria con tre danze popolari di Bartòk e di nuovo in Spagna con Sor e le sue Variazioni su un tema di Mozart.

 

Sabato 16 marzo 2019 ore 17.30 - Trento, sala SOSAT

TRA ITALIA E SPAGNA

Lapo Iannucci, chitarra

Luca Torrigiani, pianoforte

Musiche di Carcassi, Castelnuovo-Tedesco, Torroba, Tarrega, Procaccini, Di Fiore, Schwertberger

 

In un viaggio che esplora ritmi e sapori, armonie e profumi delle due splendide terre mediterranee di Spagna e Italia, il chitarrista Lapo Iannucci ed il pianista Luca Torrigiani eseguiranno brani che spaziano dagli ottocenteschi Tarrega, Torroba, Carcassi, ai novecenteschi Castelnuovo-Tedesco e Procaccini, fino ai contemporanei Di Fiore e Schwertberger.

 

Sabato 30 marzo 2019 ore 17.30 - Trento, sala SOSAT

VIOLA E PIANO

Silvestro Favero, viola

Valter Favero, pianoforte

Musiche di Schubert, Vieuxtemps, Shostakovich

 

Ars Modi presenta in questo concerto un programma in linea con la sua tradizionale proposta estetica, che intende unire brani classici e moderni: Silvestro Favero alla viola, membro della prestigiosa orchestra dei Solisti Veneti, col fratello Valter Favero al pianoforte, direttore dell'Istituto Musicale Malipiero di Asolo, suoneranno la famosissima sonata "Arpeggione" di Schubert, la romantica Elegia di Vieuxtemps, per concludere con la drammatica sonata di Shostakovich, ultima opera del grandissimo compositore sovietico, scritta nel 1975 poco prima della morte. 

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

 

 

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna