6 Dicembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 03 Giugno 2019 08:52

Da "Le Follie Over Anta" al Carrozzone Eventi, dieci anni di storia

Da "Le Follie Over Anta" al Carrozzone Eventi, dieci anni di storia
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Chiara Mazzalai


Correva l'anno 2009 quando, con una manciata di amici, in parte ritrovati dopo anni grazie a Facebook, ci si ritrovava a cena in qualche Agritur o Ristorante per passare qualche ora insieme.

Ci si raccontava di come abbiamo passato gli ultimi trent'anni, tanti ne erano passati da quando ognuno di noi si è fatto una vita. Chi si è sposato mettendo su famiglia, chi per motivi di lavoro si è trasferito altrove, insomma come per tutti i giovani di allora, dalle spensierate serate in discoteca a una vita più tranquilla e responsabilizzata.

Ma facendo un passo indietro, voglio raccontarvi la mia storia. Mi separo nel 2002 e dopo un periodo di comprensibile "smarrimento", decido di tirare fuori la grinta e ricomincio a "vivere". Comincio quindi a riprendere da dove avevo lasciato, prima di mettere su famiglia, dopo una gioventù passata nelle varie discoteche del territorio, ma anche fuori regione. 

Purtroppo però, dopo 16 anni di ritiro dalla scena notturna, mi sono subito resa conto che molte cose erano cambiate. I locali che abitualmente frequentavo proponevano musica che non era la mia e, ovviamente anche i frequentatori erano molto più giovani. Al tempo non esistevano i Social, l'unico modo per trovare un luogo di svago e sapere cosa proponeva era il libricino denominato "Me la godo" che era distribuito gratuitamente ed esposto solitamente negli esercizi pubblici.

Sfogliavo quindi questo "magico libretto" alla ricerca di un posto dovrei avrei potuto riascoltare la musica degli anni 70/80 che hanno caratterizzato i migliori anni della mia vita. Ma, ahimè, scopro che non era esattamente quello che speravo, in questi locali il pubblico era sempre troppo giovane e la musica era rieditata in versione House, nulla a che vedere quindi con quei "suoni" a cui ero abituata.

Quasi rassegnata mi sono "adattata" frequentando per diversi anni un locale che proponeva musica latina, ma solo perché lì ho ritrovato buona parte di vecchi amici con cui passare le mie serate.

Nel 2008, su consiglio di un amico, mi iscrivo a Facebook e mi si è aperto un mondo. Grazie a questo ho ritrovato parecchi amici di cui non avevo più notizie da trent'anni. Ed è lì che comincia l'avventura. Per circa un anno ho girato fra i vari locali che proponevano aperitivi con buffet, accompagnati da vari Dj Set. Gli inviti mi arrivavano da un certo Matteo Molinari, molto presente nella movida notturna della città.

Avevo bisogno di capire come si muoveva il popolo della notte e sviluppare un'idea perché, mi rendevo conto che mancava qualcosa per noi, che avevamo voglia di rimetterci in gioco. Il ritrovo per una cena o una pizza era già qualcosa, ma poi? Ed ecco che qui nasce l'idea di proporre qualcosa in ristoranti in cui non avevano mai fatto anche un intrattenimento musicale per il dopo cena.

Ben presto, da una manciata di amici, il "gruppo" si allarga a macchia d'olio e i ristoranti registrano il tutto esaurito. Decido quindi di "battezzare" questo gruppo di amici, vecchi e nuovi, con un nome spiritoso, "Le Follie Over Anta", eventi rivolti quindi a un pubblico adulto. Ogni evento aveva un titolo, ne citerò alcuni per non dilungarmi troppo:

- 1964: le classi a confronto
Nasce come evento rivolto ai "coscritti" ma, per non escludere nessuno, la partecipazione "degli altri" era vincolata a un gioco: potevano partecipare solo se, portavano un evento storico accaduto nello stesso anno di nascita e una canzone dello stesso periodo, che avrebbero poi dovuto cantare. In quell'occasione, con mia grande sorpresa, parteciparono persone di Bolzano e addirittura di Brescia. Fu un successo clamoroso.

- Saturday Night Jukebox: per l'ccasione affitto un vero e proprio Jukebox, alcuni partecipanti sceglievano una canzone, gli altri dovevano indovinarne il titolo e il gruppo (o il/la cantante).

- Festa del riciclo: i partecipanti dovevano portare un regalo di Natale ricevuto e non adatto o non gradito e durante la cena, estraendo un numero, avveniva lo scambio. In questo modo ognuno tornava a casa con qualcosa di diverso. L'evento si è svolto per quattro anni consecutivi, l'ultimo sabato di gennaio.

Nel 2012 avviene l'incontro, in modo del tutto casuale, con Pio Leonardelli, noto Dj nonché titolare del negozio di dischi DOC Records. Comincia una collaborazione, unendo l'aggregazione alla cultura musicale, riportando nei locali la musica che ha fatto la storia. Il primo evento riporta agli albori la prima discoteca di Trento, l'Ufo di via Belenzani.

Finalmente un sogno che si avvera, dalle Follie Over Anta si passa a un nuovo nome: Eventi Funky Machine, una continua escalation di emozioni in musica e un pubblico sempre più numeroso.

Ma il vero boom arriva nel 2014 quando, grazie a un gruppo di amici che ai tempi erano denominati "Fonghi", dopo essersi trovati per una cena, ci coinvolgono nell'organizzazione di un evento denominato "Fonghi Day", va in scena quindi l’amarcord con la musica dell’epoca dei «capelloni» con Dyane e Vespa Px.

Ma non finisce qui, anzi era solo l'inizio di una lunga serie di eventi, fra i quali è degno di nota "Quelli che andavano al Waikiki". Questo fu in assoluto l'evento più emozionante, con la partecipazione di circa duemila persone alla presenza di Italo Marinolli, Patron del Waikiki e lo staff di allora al gran completo.

Molti altri eventi in regione hanno visto la partecipazione di grandi ospiti, Dj che hanno fatto la storia come Beppe Loda, Pery, Mozart, Joele, Tbc, Spranga, Ebreo, Bogi, Makah, e l'amico Angiolino. E da questo girovagare per i vari locali della regione, ma non solo, nasce l'idea di chiamare l'organizzazione "Il Carrozzone Eventi".

Ma perché vi racconto tutto questo? Perché ho l'esigenza di ringraziare tutti quelli che hanno contribuito a questo successo, in primis i locali che all'inizio di questa avventura mi hanno dato fiducia, tutti quelli con cui ho collaborato, ma soprattutto al pubblico che mi ha sempre seguita e sostenuta.

A questo proposito vi informo che intendo celebrare questo anniversario, sabato 15 giugno dalle 22.30 alle 3.00 al Ciolda Binario Seventynine. Per questo voglio ringraziare anche Matteo Molinari che ha accolto di buon grado l'idea di unire la collaborazione fra Il Carrozzone Eventi e Matteo Molinari Eventi per questa serata speciale e Paolo, titolare del Ciolda che per l'occasione, verso l'una di notte, offrirà un buon risottino alle bollicine e pesche a tutti i partecipanti. Ovviamente siete tutti invitati.

 

  Chiara Mazzalai

 

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE FOCUS REGIONE

 

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"