14 Ottobre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Giovedì, 03 Ottobre 2019 08:37

Riparte la campagna “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”

Riparte la campagna “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute”
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


APPA lancia anche quest’anno la campagna di comunicazione congiunta per ridurre l'inquinamento da riscaldamento domestico a legna, promossa dal progetto europeo LIFE PREPAIR.

Con il ritorno della stagione fredda tornano ad essere ampiamente utilizzati anche caminetti e stufe a legna. La combustione della legna negli impianti domestici è sicuramente conveniente dal punto di vista economico e tradizionalmente diffusa nel territorio provinciale, ma comporta l’emissione in atmosfera di quantità rilevanti di sostanze inquinanti dannose per la salute umana.

Le stime dell’APPA evidenziano ad esempio che circa l’80% delle emissioni primarie di polveri sottili PM10 in Trentino sono riconducibili alla combustione della legna nei piccoli impianti domestici, una percentuale che sale al 99% se si considera l’inquinante benzo(a)pirene, un idrocarburo policiclico aromatico fortemente cancerogeno. Alcune campagne di misura condotte dall’APPA negli ultimi anni hanno inoltre rilevato in alcune valli della Provincia, complici le caratteristiche morfologiche e meteo-climatico particolarmente sfavorevoli nella stagione invernale, le concentrazioni dei due inquinanti sopra citati possano potenzialmente aumentare fino a sforare in maniera significativa i valori limite specificati dalla normativa in materia di qualità dell’aria. Tali criticità locali sono pienamente riconducibili al contributo inquinante dovuto proprio alla combustione domestica della legna nei piccoli impianti domestici.

Da anni la Provincia autonoma di Trento è impegnata nel cercare di ridurre le emissioni inquinanti dei sistemi di riscaldamento a legna, in particolare attraverso l’attività di informazione ed educazione ambientale svolta dall’APPA. Per il secondo anno di seguito, l’Agenzia lancia la campagna di comunicazione “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute” per il corretto uso della legna per il riscaldamento domestico, promossa congiuntamente dai 18 partner del progetto europeo LIFE PREPAIR.
 
Il progetto PREPAIR vede le Regioni o Province e le Agenzie ambientali di Trento, Emilia-Romagna, Lombardia, Veneto, Piemonte, Friuli Venezia Giulia e Valle d’Aosta impegnate in maniera coordinata a sensibilizzare i cittadini con iniziative che hanno l’obiettivo di ridurre l’inquinamento atmosferico nell’area del Bacino Padano, attraverso la promozione di stili di vita, produzione e consumo più sostenibili in molti settori.
 
La campagna “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute” si avvale di diversi prodotti informativi, tra i quali un agile opuscolo informativo di circa 20 pagine sul corretto utilizzo della legna come combustibile e gli effetti sulla salute umana e l’ambiente, un pieghevole contenente 10 consigli per la corretta gestione di stufe e camini e un breve video, della durata di 1 minuto circa, che sarà veicolato attraverso la rete e i canali social. I materiali saranno distribuiti in versione cartacea in occasione di convegni, fiere e incontri pubblici sul territorio, nonché pubblicizzati in versione digitale anche grazie alla collaborazione dei Comuni trentini.
 
L’opuscolo contiene informazioni dettagliate sugli impatti sulla salute e l’ambiente dell’inquinamento atmosferico e sulle migliori pratiche per la conduzione dei sistemi di riscaldamento a legna, sia per ridurre l’inquinamento dell’aria che per aumentare l’efficienza e la sicurezza di tali impianti, riducendo il rischio di incendi della canna fumaria e del tetto e il rischio di avvelenamento da monossido di carbonio.
Il video invece riassume in maniera efficace e veloce le cinque regole d’oro per riscaldarsi con stufe e caminetti in maniera sicura e rispettosa dell’ambiente:
  1. utilizzare un apparecchio efficiente e moderno, se possibile a pellet;
  2. non bruciare giornali, rifiuti o altri materiali diversi dalla legna vergine;
  3. bruciare solo legna asciutta e stagionata o pellet certificato;
  4. accendere il fuoco dall’alto con accendi-fuoco o pezzi di legna più piccoli;
  5. effettuare la manutenzione e la pulizia periodica del camino o stufa, possibilmente servendosi di tecnici e spazzacamini qualificati.
Il video: LINK
 
L’APPA si renderà inoltre disponibile a partecipare a serate informative organizzate dai Comuni sul tema del ruolo della combustione domestica della legna nel determinare la qualità dell’aria nel territorio provinciale, così come sperimentato durante l’inverno scorso. Per la promozione della campagna l’Agenzia presenzierà nei prossimi mesi anche ad alcuni eventi pubblici sul territorio, allo scopo di diffondere capillarmente i materiali informativi e raggiungere quanto più possibile la popolazione.
 
Data la rilevanza dei comportamenti individuali, cioè delle scelte di acquisto, installazione e manutenzione e delle pratiche di combustione adottate, nel determinare il contributo inquinante del riscaldamento a legna, il coinvolgimento di ognuno di noi è prezioso e insostituibile.
 
A questo link sono disponibili tutti i materiali della campagna citati.
Per la Provincia autonoma di Trento la campagna “Brucia bene la legna, non bruciarti la salute” è promossa dall’Appa - Agenzia provinciale per la Protezione dell'Ambiente, alla quale ci si può rivolgere per ogni ulteriore informazione sull'iniziativa.
(cm)
 
 
 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE FOCUS REGIONE

 
Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"