7 Aprile 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Giovedì, 27 Febbraio 2020 11:29

MOUSIKE' TEKNE: Walter Salin e i suoni degli antichi Greci e Hurriti

MOUSIKE' TEKNE: Walter Salin e i suoni degli antichi Greci e Hurriti
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Giusy Locatelli


Mousikè Tekne è un viaggio nel passato, di circa 45 minuti, alla scoperta di alcuni frammenti che rappresentano le prime forme di scrittura musicale: atmosfere sonore che accompagnavano la ritualità, il pensiero poetico, il mito e lo spettacolo a  partire dalla civiltà hurrita e greca.

Il rinomato chitarrista classico roveretano Walter Salin, forte della sua abilità di arrangiatore, ha realizzato la trascrizione per chitarra-lira a 10 corde di 10 brani che all'epoca venivano solitamente eseguiti con ilsammun, lalira e lacitara, strumenti solisti o suonati assieme alla voce.

L'album, in formato Cd, è una conferenza-concerto, dove i singoli brani vengono commentati in una specie di viaggio sonoro guidato. Durante le esibizioni dal vivo, invece, musica e parole vengono accompagnate da visual appositamente studiati.

Partendo da quello che viene considerato il brano in notazione più antico della storia ("L’inno a Nikkal", 1400 a.C.), vengono presentati frammenti di autore anonimo con notazione alfabetica riferita ai "Tetracordi", le "Odi Pitiche" di Pindaro, lo "Stasimo" dall’"Oreste" di Euripide, l’"Inno al Sole e a Nemesi" di Mesomede di Creta - come riportati da Vincenzo Galilei nella su opera Dialogo della musica antica e della moderna (1581)-, due "Inni delfici ad Apollo", un "Canto di Saffo" e il celebre "Epitaffio" di Sicilo.

 

ASCOLTA QUI ALCUNI ESTRATTI DALL'ALBUM

 

Venti tracce di un viaggio sonoro inusuale, alle radici colte della musica, che verranno presentate in prima assoluta giovedì 5 marzo, alle ore 20.30, presso il Palazzo dei Panni ad Arco. Il concerto rientra nella programmazione del X Festival Nazionale della Musica ed è organizzato dalle Associazioni Ukmar e La Palma.

 

Biografia:

Walter Salin è un artista a 360°: sensibile musicista, pittore e poeta, eccelle in tutte queste arti. Dopo gli studi classici e di giurisprudenza si diploma in chitarra ottenendo il massimo dei voti al Conservatorio di Bolzano. Da qui una lunga attività concertistica in Europa come solista o in formazione da camera, esibendosi anche in festival prestigiosi. Vince vari concorsi internazionali ed insegna in Masterclass di prestigio (Accademia Musicale di Bratislava).

E' stato direttore artistico del Festival Internazionale della chitarra classica di Bolzano e dal 2010 è direttore artistico della rassegna chitarristica nazionale Festival internazionale di musica a Palazzo Baisi.

Presente in varie enciclopedie musicali, negli anni ha collaborato con il cinema e la RAI, esibendosi in pieces teatrali con Arnoldo Foà, Gino Bramieri, Alessandro Quasimodo e Riccardo Cucciola. Ha collaborato con Vittorio Storaro nel film Mirka con G.Depardieu e con Liliana Cavani nella fiction su A. Degasperi accanto all’attore Fabrizio Giffuni. Attualmente si esibisce come solista, nella sua rivisitazione moderna di materiale barocco, oltre ad avere all'attivo concerti e spettacoli con i figli Giovanni (flautista) e Chiara (cantante).

Sito / Pagina Facebook / Ascolto promo dell'album

 

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"