14 Ottobre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 14 Maggio 2014 13:52

Loreley ed il rock dei Blackmore's Night

Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore


Nel medioevo, ballate e canzoni erano scritte per intrattenere i sovrani ed i nobili dignitari con storie avvincenti e misteriose. Queste storie catturavano il pubblico con un certo alone di mistero, descrivendo creature magiche che rappresentavano metafore dei pericoli del mondo.

Nel 2003 il gruppo Blackmore's Night ha inserito nel suo quinto album in studio (dal titolo “Ghost of a Rose”) la canzone “Loreley” ispirata alle ballate rinascimentali.

I Blackmore's Night sono una band Folk rock (genere che unisce elementi rock a quelli di musica Folklorica) nata nel 1997 dall'incontro di Richie Blackmore (ex chitarrista dei Deep Purple e dei Rainbow) con Candice Night (che collaborò con i Rainbow). Entrambi erano degli appassionati di musica rinascimentale e insieme decisero di formare un gruppo che portasse tale genere al grande pubblico di oggi.

Il nome della band è il risultato dell'unione dei cognomi dei due fondatori, che sono inoltre coniugi.

La canzone Loreley è ispirata ad una leggenda germanica, spesso descritta nei componimenti poetici di epoca romantica: lungo il fiume Reno viveva un'ondina(equivalente fluviale delle sirene) di nome Loreley che attirava gli uomini di passaggio con il suo canto ed il suo bell'aspetto causando disgrazie, naufragi e morte. Un giorno, un sovrano che aveva perso il figlio per mano di Loreley decise di vendicarsi mandando alcuni nobili cavalieri ad ucciderla; questi seppero resistere alle tentazioni di Loreley che, vistasi perduta, invocò l'aiuto di suo padre che le inviò un cavallo di schiuma che la fece sprofondare nelle profondità del fiume. Da allora nessuno rivide la bella Loreley ed il fiume fu nuovamente sicuro. La roccia lungo il fiume Reno dove si credeva che l'ondina risiedesse viene ancora oggi chiamata con il suo nome.

La canzone inizia con due colpi di una campanella seguiti da un'allegra e movimentata melodia rinascimentale con archi cembali e battiti delle mani. La voce di Candice Night inizia cantando: Merryl we sailed along (allegramente continuavamo a navigare) tought the wawes were plenty strong (anche se le onde erano piuttosto forti) down the twisted river Rhine following a song (lungo il sinuoso fiume Reno seguendo una canzone) legend's faded storyline (leggende dalle trame sbiadite) tried to warn us all (cercano di metterci tutti in guardia) Oh, they called her Loreley (oh, la chiamavano Loreley; questa parte sembra introdurre un discorso iun prima persona, come se uno dei naviganti iniziasse a raccontare una delle leggende citate in precedenza) careful or you'll fall (attenti o cadrete; “fall” significa anche morire).

In questo verso viene descritta la figura di Loreley: Oh, the stories we were told (oh, le storie che ci sono state raccontate) quite a vision to behold (quasi come scorgere una visione) mysteries of the seas in her eyes of gold (i misteri dei mari nei suoi occhi d'oro) laying on the silver stone (giace su una roccia d'argento), such a lonely sight ( una vista così solitaria ) barnacles become a throne my poor loreley (i cirripedi diventano un trono, mia povera Loreley).

Questo è il ritornello: And the winds would cry (ed il vento avrebbe pianto), and many men would die (e molti uomini sarebbero morti) all the waves would bow down (e tutte le onde si sarebbero inchinate) to the Loreley (davanti a Loreley).

You would not belive your eyes (tu non crederesti ai tuoi occhi), how a voice could hypnotize(come una voce possa ipnotizzare) promises are only lies from loreley (le promesse sono solo menzogne [se vengono] da Loreley) in a shade of mossy green (in una sfumatura verde di muschio ), seashell in her hand (conchiglie marine nelle sue mani) she was born the river queen (lei nacque regina del fiume), ne'er to grace the land (mai [per portare] grazia sulla terra; ne'er è la forma contratta di never). Oh the song of Loreley (oh, il canto di Loreley) charm the moon right from the sky (incanta la luna finanche in cielo) she will get inside your mind (lei si insinuerà nella tua mente), loveley Loreley (amorevole Loreley) When she cries (quando piangendo [dice]) “be with me until the end of time” (siate con me fino alla fine del tempo) you know you will ever be with your Loreley (saprai che starai sempre con la tua Loreley).

In questo brano i Blackmore's Night hanno voluto rendere omaggio ad una mitologica figura del passato, mostrandola in tutto il suo mortale splendore, ridandole nuova vita e riportandola al nostro tempo.

Tiziano Piazza

Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"