17 Giugno 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 17 Ottobre 2017 13:35

Niko Bolas: intervista al grande ingegnere del suono che ha lavorato anche con Neil Young

Niko Bolas: intervista al grande ingegnere del suono che ha lavorato anche con Neil Young
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


Niko Bolas è un produttore ed ingegnere del suono americano in attività dal 1977. Nella sua carriera ha collaborato con grandissimi musicisti come Neil Young, John Mayer, Melissa Etheridge, Keith Richards, Herb Alpert, KISS, Stan Getz, Herbie Hancock e Sting.

Proprio grazie alla sua abilità e meticolosità nel suo lavoro in sala di registrazione, Niko Bolas è certamente uno degli ingegneri del suono e produttori più apprezzati in tutto il mondo. 

Il nostro giornale lo ha contattato e lui, con grande disponibilità, ha accettato di rispondere ad alcune nostre domande.

 

Produttore musicale, ingegnere del suono, consulente e uomo d'affari. Come si definirebbe oggi Niko Bolas?

"Credo che produttore sia una definizione che copre tutti i campi. Mi piace fare le cose, amo quel processo sia che si tratti costruire un motore per una motocicletta - ci spiega Bolas - oppure registrare un disco. Bisogna solo lasciare che le cose vadano assieme e far sì che ognuno di quelli coinvolti nel processo si senta libero di essere il migliore rispetto a quello che sta facendo e rispetto a cosa ha davanti."

 

Quando, e come, sei entrato in contatto con la musica in generale e la produzione musicale?

"Nell'estate del 1977 ho letto i crediti della retro copertina di un disco incluso la dicitura "ingegnere del suono". In quel momento ho pensato "questo è qualcosa che posso fare anche io". Ho quindi ottenuto un posto di lavoro dove pulivo lo studio - prosegue Niko - e non tornavo mai a casa la sera. Da quella volta, anche se con ruoli diversi, sono ancora spesso in studio".

 

Chi erano i tuoi idoli musicali di allora?

"I miei idoli musicali di allora  - ci spiega Niko Bolas- erano Waddy Wachtel, The Section, The Stones, Herb Alpert & the Tijuana Brass, Houndog Taylor."

 

Puoi raccontarci gli inizi di questo particolare business?

"Ho chiesto a tutti quelli che conoscevo cos'era un ingegnere del suono e poi ho incontrato Brad Pinkstaff, lui era quello giusto! Mi ha dato un lavoro dove lo aiutavo per i suoi concerti e poi mi ha dato un posto fisso pulendo i Silverlake Studios di Los Angeles. Nell'inverno del 1977 ho incontrato Val Garay (aveva fondato la famosa Record One) e lui mi ha praticamente cresciuto da allora."

 

Hai lavorato con  Johnny Van Zant, James Taylor, Warren Zevon, Santana, Toto, Dolly Parton, Steve Perry, Barbara Streisand, Jackson 5, Neil Young, Don Henley, David Crosby, Billy Joel, Robben Ford, Sting, Kiss, Graham Nash, Johnny Cash e molti altri. Che cosa puoi dirci a proposito di questi grandi artisti?

"E' vero, ho lavorato con grandissimi professionisti e una cosa in comune che hanno tutti questi grandi artisti è un forte senso etico del lavoro ed il loro perfezionismo. Questo, in particolare, è vero per tutti gli artisti che conosco e non ha niente a che vedere con il loro successo, è un lavoro interno."

 

C'è un album in particolare che vorresti produrre?

"A questa domanda ti rispondo che vorrei realizzare un progetto solista con Raul Malo (leader della formazione country The Mavericks - NDR) - ci racconta l'ingegnere del suono."

 

Che cosa stai pianificando per l'imminente 2018?

"Il mio cuore e la mia mente sono sempre aperti e mi ripropongo di tenere comunque sempre alto il mio spirito per essere pronto a valutare qualsiasi nuova proposta."

 

Quali sono i tuoi progetti futuri?

"La Mono Mundo Records riceve moltissime delle mie attenzioni, stiamo realizzando un grande progetto con una band di Cuba chiamata Sweet Lizzy. Questo è divertente!"

 

Stefano Leto - Onda Musicale

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"