22 Agosto 2018
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 12 Giugno 2018 10:36

Michael Jackson: ecco alcune cose che forse non sapevi sul video "Thriller"

Michael Jackson: ecco alcune cose che forse non sapevi sul video "Thriller"
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


"Thriller" è una canzone di Michael Jackson composta da Rod Temperton e prodotta da Quincy Jones pubblicata nella maggior parte dei paesi il 12 novembre 1983 e negli Stati Uniti il 23 gennaio del 1984.
Il brano à estratto dall'omonimo album ritenuto il disco più venduto nella storia della musica con una stima di oltre 110 milioni di copie all'attivo.
 
Il videoclip di "Thriller" è considerato il primo video musicale ad avere una trama ed una coreografia. Prima di allora i video musicali erano generalmente solo delle raccolte di immagini per accompagnare la canzone da promuovere. Con questo video è cambiato drasticamente quindi il concetto di video musicale. Michael Jackson chiamava i suoi video "short films" (cortometraggi) e rifiutava la parola "video" come dichiarato in molte interviste.
 
I moltissimi fans di Michael Jackson conoscono alla perfezione l'atmosfera "horror" che accompagna la canzone la quale, in ogni caso, segna un vero punto di svolta nel modo di fare i video musicali.
 
Ecco alcuni particolari poco conosciuti su questo magnifico videoclip.
 
 
Scherzo del padre.
 
Pare che Michael abbia tratto l'ispirazione di "Thriller" da uno scherzo che gli fece suo padre quando lui era bambino. Infatti, un notte l'uomo si affacciò alla finestra della camera da letto del figlio indossando una maschera terribile e urlando, allo scopo di convincere il ragazzo a chiudere le finestre mentre dormiva.
 
 
Cattivo investimento.
 
Prima di iniziare le riprese del video, un funzionario della Sony si era rifiutato di firmare le autorizzazioni per i 900.000 dollari necessari alla realizzazione, considerandolo un "cattivo investimento". Questa decisione non spaventò minimamente Michael Jackson che decise di finanziarsi da solo il progetto, scontrandosi per con il regista John Landis che si oppose nettamente.
 
 
Testimoni di Geova.
 
Michael Jackson abbe anche alcuni problemi con i Testimoni di Geova. Infatti, quando seppero che si stava girando un video con i lupi mannari minacciarono di scomunicare il cantante. Michael sospese temporaneamente le riprese per riprenderle in maniera più discreta in seguito.
 
 
Love Story.
 
Michael Jackson  frequentò per un periodo Ola Ray, la ragazza protagonista insieme a lui del video. La ragazza era stata modella per Playboy nel 1980.
 
 
Boom di vendite.
 
"Thriller" è stato il settimo singolo estratto dall'omonimo album, un anno dopo la pubblicazione del disco. Il singolo era già il più venduto ma dopo l'uscita del videoclip  l'album raddoppiò le vendite in poco tempo.
 
 
Esercito della Salvezza.
 
I costumi utilizzati sul set di "Thriller" sono stati realizzati utilizzando dei vestiti donati dall'Esercito della Salvezza.
 
 
Al cinema.
 
"Thriller" è stato trasmesso al cinema, per una settimana, a Westwood, in California. E' stato proiettato prima di "Fantasia" proprio per poter essere, eventualmente, nominato agli Oscar come cortometraggio. Una mossa furba che però non ottenne il risultato sperato: nessuna candidatura per lui.
 
 
Record di vendite.
 
"The Making of Michael Jackson's "Thriller", è una delle VHS più vendute nella storia: oltre al backstage c'era anche il video integrale. Fu immesso sul mercato ad un prezzo inferiore di una classica videocassetta: boom assoluto.
 
 
MTV nomination.
 
Durante la prima edizione degli MTV VMA, nel 1984, "Thriller" ottiene la nomination per la categoria "Video of The Year" che non vince in quanto sconfitto da "You Might Think" dei The Cars. Più avanti, MTV indicò il brano di Jackson come "Greatest Music Video Ever Made"
 
 
Complimenti del Congresso.
 
La "Library of Congress" nel 2009 ha definito il video "Thriller" come una pellicola "culturalmente, storicamente ed esteticamente significativo".
 
 
Il regista.
 
Il regista del video fu John Landis e  Michael Jackson o scelse perchè era stato regista del film "Un lupo mannaro americano a Londra" (1981).
 
 
Titoli di coda.
 
John Landis ha inserito la stessa scritta utilizzata nella sua celebre pellicola horror: "All characters and events in this film are fictitious. Any similarity to actual events or persons living, dead, (or undead) is purely coincidential".
 
 
Giacca rossa.
 
La celebre giacca rossa indossata da Michael Jackson è stata disegnata dalla costumista americana Deborah Nadoolman Landis, moglie del regista della pellicola.  La giacca è stata venduta all'asta per poco meno di 2 milioni di dollari americani.
 
Guarda il video di "Thriller": link.
 
 
Stefano Leto - Onda Musicale
 
 
 
 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 
 
 
Leggi altri articoli della rubrica "Musica"

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna