26 Maggio 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 13 Marzo 2019 10:58

David Bowie: pubblicata una versione non censurata di China Girl

David Bowie: pubblicata una versione non censurata di China Girl
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Il video diretto dal regista britannico David Mallet, con la modella neozelandese Geeling Ng, la ritrae nuda nel surf con Bowie in un riferimento visivo al film From Here To Eternity.

Mallett, 73 anni, nel corso della sua carriera si è specializzato nella realizzazione di videoclip muiscali ed ha lavorato, fra gli altri, con Tina Turner, Queen AC/DC, Blondie, Peter Gabriel, Billy Idol, Def Leppard, Roger Taylor, Kiss, Joan Jett, Scorpions.

La canzone è stata scritta da Iggy Pop e David Bowie durante i loro anni a Berlino, comparendo per la prima volta nell’album solista di debutto di Iggy Pop "The Idiot" nel 1977. La canzone ha tuttavia ottenuto importanti successi commerciali anni dopo, quando David Bowie ha incluso la sua versione nell’album Let’s Dance nel 1983.

Il video, (guardalo a questo link) che sosteneva di “parodiare consapevolmente gli stereotipi femminili asiatici”, è stato descritto da Bowie come una dichiarazione “molto semplice, molto diretta” contro il razzismo. Nonostante le affermazioni di Bowie, il video è stato vietato e censurato in molti paesi in tutto il mondo.

È difficile immaginare, in questi tempi, quanto sia stata tumultuosa la versione inedita del video di China Girl di David Bowie quando fu pubblicato per la prima volta nel 1983, c’era sicuramente un brutta immagine sulla stampa ed è stato addirittura bandito dalle emittenti televisive di tutto il mondo.

Girato principalmente nel quartiere di Chinatown a Sydney, il video di China Girl (insieme al precedente video di Let’s Dance), è stato una critica al razzismo con Bowie che descrive il video come una frase “molto semplice, molto diretta” contro il razzismo.

Bowie disse al magazine musicale Rolling Stone quello stesso anno:”Proviamo ad utilizzare il formato video come piattaforma per qualche tipo di osservazione sociale, e non solo  trottando e cercando di migliorare l’immagine pubblica del cantante coinvolto. Voglio dire, questi sono piccoli film, e alcuni film possono avere un punto di condivisione, quindi perché non provare a fare qualche punto.

(Fonte: link)

 

GUARDA IL VIDEO DI CHINA GIRL: LINK

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"