18 Settembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 04 Settembre 2019 09:07

“Roger Waters Us + Them” alla 76a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Dopo la ‘prima’, l’Autore converserà con Liv Tørres.

“Roger Waters Us + Them” alla 76a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Dopo la ‘prima’, l’Autore converserà con Liv Tørres.
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Carlo Maucioni


Il 6 settembre 2019 è una data doppiamente importante per Roger Waters, cofondatore e genio creativo dei Pink Floyd: festeggerà il suo 76o compleanno e, soprattutto, alla 76a Mostra Internazionale d'Arte Cinematografica di Venezia ci sarà la ‘prima’ mondiale di Roger Waters Us + Them, il film-documentario tratto dalla sua ultima, trionfale, tournée mondiale.

Uno degli ultimi intellettuali della cultura rock, Roger Waters ha diretto il film in collaborazione con Sean Evans, il visionario regista della sua precedente opera cinematografica “Roger Waters The Wall” e dei corti “The Last Refugee” e “Wait For Her”, tratti da “Is This The Life We Really Want?”, ultimo disco di Waters.

Creativamente pionieristico, il film vuole essere fortemente ispirativo grazie alla forza della musica e al messaggio di libertà, amore e tutela dei diritti umani. Lo spettatore viene accompagnato in un viaggio emotivamente carico attraverso le canzoni di Waters tratte dagli album dei Pink FloydThe Dark Side of the Moon”, “Wish You Were Here”, “Animals”, “The Wall” e dal già citato “Is This The Life We Really Want?”.

“Us + Them” non è rock ordinario; tra gli spettatori alcuni apprezzeranno, altri si addormenteranno. Il che va bene, ma molti piangeranno. Ed è quello che spero. "Us + Them" è un invito all'azione. L'Homo Sapiens si trova a un bivio: possiamo mettere in comune il nostro amore e sviluppare la capacità di entrare in empatia con gli altri e così agire collettivamente per il bene del pianeta oppure possiamo rimanere comodamente insensibili e continuare, come i lemming ciechi, la marcia suicida verso l'estinzione. "Us + Them" è un invito all’amore e alla vita”, afferma Roger Waters.

E per parlare del film, della sua carriera e, soprattutto, del suo pensiero politico ed umanitario, dopo la proiezione sul palco della Sala Darsena, Roger Waters farà una conversazione con Liv Tørres, direttore esecutivo del Centro per la Pace di Oslo.

Liv Tørres è stata segretario generale di Norwegian People’s Aid, organizzazione per lo sviluppo umanitario e il disarmo che opera in oltre 40 paesi in tutto il mondo, molti dei quali in guerra. Tra gli altri ruoli che ha svolto, è stata consigliere politico per il ministro norvegese del lavoro e dell'inclusione sociale e direttore del primo sondaggio nazionale sulle forze di lavoro nel Dipartimento del Lavoro del Sudafrica. La Tørres è una voce molto attiva nell’odierno dibattito politico norvegese.

“Una serata di denuncia, ribellione, protesta. Una serata di amore, uguaglianza, speranza. Che tutto l’amore si diffonda ovunque in questo fragile pianeta”, sostiene Waters: un 6 settembre 2019 davvero speciale per lui e tutto da vivere per il pubblico della 76esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia.

 

    Carlo Maucioni

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"