23 Febbraio 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 11 Febbraio 2020 09:26

Lyle Mays: addio al grande pianista del Pat Metheny Group, scomparso a 66 anni

Lyle Mays: addio al grande pianista del Pat Metheny Group, scomparso a 66 anni
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Lyle Mays era nato a Wausaukee (Wisconsin) il 27 novembre 1953 ed è stato un pianista, tastierista e organista statunitense.
Nato nel 1953 nel Wisconsin in una famiglia di musicisti - madre pianista e padre chitarrista, vive in una fattoria nei pressi di Mc Allister fino al 1971. Comincia a studiare il pianoforte nel 1959. Nel 1967 frequenta il National Stage Band Camp alla Millikin University.
 
Nel 1974 si trasferisce a Denton dove studia composizione e arrangiamento alla University of North Texas ed entra a far parte della North Texas Lab Band, che nel 1975 pubblica l'album LAB'75 che riceverà la nomination al Grammy Awards.
 
Nell'aprile dello stesso anno Mays partecipa con la North Texas Lab Band al Wichita jazz Festival e in estate si unisce alla band di Woody Herman, la Woody Herman's Thundering Herd. Nel 1976 si trasferisce a New York.
 
Nel 1977 fonda con Pat Metheny, che aveva incontrato per la prima volta nel 1974, una delle jazz band di maggiore successo internazionale, il Pat Metheny Group. Con l'amico Pat Metheny, Lyle raggiungerà vertici di notevole popolarità grazie anche, e soprattutto, alla sua straordinaria capacità di combinare armonie, suoni e melodie uniche nel suo genere, dando così un'impronta subito riconoscibile ai brani del gruppo.
 
Nel 1986 registra il suo primo album intitolato Lyle Mays e cominicia il tour promozionale del Lyle Mays Trio con Marc Johnson e Peter Erksine.
 
Sul sito di Pat Metheny si può leggere: "Lyle se ne andato dopo una lunga battaglia per un male che lo accompagnava da un pò. E' stato uno dei più grandi musicisti cha abbia mai conosciuto. In oltre 30 anni, in ogni momento in cui abbiamo fatto musica insieme, è stato una persona speciale. Fin dalle prime note che abbimao suonato insieme abbiamo avuto un legame speciale e immediato. La sua grande intelligenza e la sua saggezza musicale mi mancheranno con tutto il cuore."
 
"Lyle era un musicista e una persona geniale, e un genio in ogni senso della parola - ha detto in una dichiarazione di sua nipote, Aubrey Johnson - Era mio caro zio, mentore e amico e le parole non possono esprimere la profondità del mio dolore."
 
 
 
Leggi altri articoli della rubrica "Musica"