6 Aprile 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 25 Marzo 2020 18:48

Il coronavirus si è portato via il grande compositore Detto Mariano

Il coronavirus si è portato via il grande compositore Detto Mariano
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Carlo Zannetti


Il mondo dello spettacolo piange ancora una volta, per la scomparsa di Detto Mariano, 82 anni, uno dei più famosi autori di canzoni e colonne sonore del nostro panorama artistico musicale, morto ieri all’ospedale di Milano, dov’era ricoverato per il coronavirus.

Figlio d’arte, il padre era un musicista non professionista, imparò fin da bambino a suonare il pianoforte e si distinse già da adolescente nel mondo della musica di livello nazionale.

La buona padronanza del pianoforte, la sua grande creatività ed  una particolare bravura nel costruire gli arrangiamenti, furono gli ingredienti giusti che permisero a Mariano Detto (questo era il suo vero nome), fin da giovanissimo, di cominciare a collaborare con Adriano Celentano, Ricky Gianco e Don Backy, in qualità di autore, pianista, arrangiatore e direttore d’orchestra.

Ma è a partire dalla fine degli anni ‘60 che Detto Mariano inventa un suono tutto suo ed inizia come arrangiatore a collaborare con nuovi artisti, comparendo in tante di quelle canzoni che poi ci ricorderemo per tutta la vita, brani meravigliosi che sono entrati per sempre nella storia della musica italiana.

Solo per citarne alcuni:“Io vivrò (senza te)”, “Mi ritorni in mente”, “Yuppy du” di Adriano Celentano e “Insieme” di Mina.

Straordinaria anche la sua carriera come compositore di colonne sonore, DettoMariano ha infatti firmato le musiche di moltissimi film, tra cui, solo per citarne alcuni: “Eccezzziunale…veramente” con Diego Abatantuono, “Il ragazzo di campagna” con Renato Pozzetto e “Yuppy du”  con Adriano Celentano.

Tra i tanti, sono Livio Macchia e Tonino Cripezzi dei Camaleonti che lanciano la notizia sui social, sottolineandola con alcuni post affettuosi, dedicati all’amico scomparso, definito come “Grande amico, produttore e arrangiatore dei nostri più grandi successi”.

 

 

  Carlo Zannetti - Onda Musicale

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"