17 Dicembre 2018
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 05 Dicembre 2018 07:15

John Lennon e la sua dipendenza da Yoko Ono che nasce nella sua infanzia

John Lennon e la sua dipendenza da Yoko Ono che nasce nella sua infanzia
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


John Lennon è stato un personaggio cardine non solo della musica ma anche della società del ‘900. Ma dietro la maschera del Beatle spaccone o quella del profeta pacifista si celava una persona fragile, insicura, tormentata.

Il padre di John si allontana da lui in tenera età: John vive questa distanza come un abbandono. Viene presto assegnato alle amorevoli ma severe cure della zia materna, pur vedendo regolarmente la madre Julia. Lo zio George (figura maschile che sostituiva il padre) muore quando John ha appena 11 anni. La madre Julia fu vittima di un incidente stradale quando lui è adolescente (17 anni). La sua vita è quindi segnata da perdite importanti che lasciano un’indelebile traccia in lui.

John Lennon è già famoso quando scrive una delle canzoni più conosciute deel reperotorio dei Beatles:  Help!,  canzone che dietro al ritmo allegro nasconde una vera e propria richiesta d’aiuto, evidenziata anche dal punto esclamativo. Nella scrittura del brano Lennon si ispira al senso di forte disagio e di stress che prova con la notorietà acquisita. Come lo stesso Lennon dichiara in seguito "in quel periodo ero grasso e depresso e stavo invocando aiuto. Per davvero."

"Non ho più tanta fiducia in me. Spesso mi sento così insicuro.

Aiutami a rimettermi in piedi. Per favore, potresti aiutarmi?" 

Il bisogno di comprendere, di sapere, di cercare e di avere delle risposte, prende varie forme: all’inizio nell’esplorazione della marijuana, poi nelle visioni indotte dall'LSD, fino ai numerosi viaggi in India e la devozione ai santoni dello spirito. Anche l’eroina fa la comparsa nella vita di Lennon. Yoko Ono passa un libro a John, è scritto da uno psicoterapeuta californiano di nome Arthur Janov: parla della sua nuova forma di cura chiamata Primal Therapy. John se ne innamora subito e comincia a seguire un percorso e il suo terapeuta afferma di avere trovato in Lennon "una spaventosa mancanza di tenerezza." 

Tuttavia John fa dei notevoli progressi e a tale proposito dichiara: "Sei costretto a renderti conto del tuo dolore […] la maggior parte della gente scarica il proprio dolore attraverso Dio, la masturbazione o qualche sogno di successo… Io ho iniziato a guardare in faccia la realtà anziché andare sempre alla ricerca di una specie di Paradiso."

Da questo importante percorso intrapreso da John Lennon, nascono i brani del suo primo disco come solista intitolato "Unfinished Music N.1 -Two Virgins". Coautore del disco è Yoko Ono. E' il 1968.

Tuttavia, John non può proseguire il percorso terapeutico perche  il  terapeuta  torna in America e John ha problemi con il visto d'ingresso. in quel Paese. Lo stesso terapista  pensa che John ha ancora molta strada da fare, è ancora un “bambino spaventato“.

John allora si rifugia ancora di più nel suo rapporto di fusione (anima e corpo) con Yoko Ono la quale è sia compagna di vita che insostituibile partner lavorativa.  Yoko Ono compare insieme a lui in tutte le produzioni musicali e in tutte le interviste.

A lungo si è scritto se questa relazione è  alll’origine della fine dei Beatles; ma una cosa è certa: John vive  un legame che non ha mai sentito; talmente è alta la paura di perderla che lui è affetto da una forma patologica di gelosia. Infatti, i due passano tutta la giornata sempre insieme e quando Yoko Ono forza una separazione, “rimandandolo” a Los Angeles, lui vive di nuovo l'abbandono, ricadendo nell’alcool e implorandola di ritornare da lui tutte le sere al telefono.

A ciascuno di noi le sue considerazioni. Fu amore o dipendenza? O entrambi?

(fonte: link)

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

Leggi altri articoli della rubrica "Oggi in primo piano"


Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna