26 Aprile 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Venerdì, 08 Febbraio 2019 15:59

La BBC e l'intervista perduta a Michael Jackson e George Harrison

La BBC e l'intervista perduta a Michael Jackson e George Harrison
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Recentemente, una rara intervista radiofonica con i compianti Michael Jackson e George Harrison, è stata ritrovata ed il suo audio restaurato.

Quarant'anni fa, due grandissimi esponenti della musica mondiale, sono entrati negli studi radiofonici della BBC per parlare delle ultime uscite discografiche della settimana.

Il Re del Pop e l'ex Beatles hanno dunque passato un'ora e mezza ha parlare dei singoli di Foreigner, Nicolette Larson e dei Blues Brothers parlando anche della storia dietro le proprie canzoni.

Gli ascoltatori potranno dunque sentire come Jackson, mesi prima della pubblicazione di “Off the Wall”, parli di come la Motown abbia rifiutato di lasciargli scrivere la sua musica mentre Harrison ricorda com'era lavorare all'ombra di John Lennon e Paul McCartney.

Ad un certo punto il Re del Pop si gira verso il chitarrista e gli dice “lascia che ti faccia una domanda, voi ragazzi avete sempre scritto le vostre cose sin dall'inizio?. L'artista inglese risponde “beh, John e Paul avevano già scritto prima che noi facessimo mai un disco”.

La risposta sembra prendere alla sprovvista Jackson che chiede “come hai fatto?” ed Harrison, molto tranquillamente, risponde “non lo so, era dei bravi piccoli compagni”.

L'atmosfera era dunque rilassata e positiva ed i due musicisti hanno preso seriamente il loro compito di parlare e rivedere attentamente le diverse canzoni.

Va però ricordato che ad un certo appunto Harrison ha confessato “a dirti la verità, non ho idea di cosa sia o non sia una hit in questi giorni”. Il programma faceva parte di una lunga serie chiamata Roundtable presentata nel 1979 da David “Kid” Jensen.

Link: Leggi qui l'originale

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

Leggi altri articoli della rubrica "Oggi in primo piano"