9 Dicembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 12 Febbraio 2019 06:32

Alla ricerca della canzone più rock della storia: All Day And All Of The Night

Alla ricerca della canzone più rock della storia: All Day And All Of The Night
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Gabriele Tomasi


"All Day and All of the Night" è un potentissimo pezzo dei Kinks pubblicato nel 1964. È una canzone che ti investe con la sua potenza e la sua velocità, grazie alla sua struttura basata su un accordo discendente di chitarra elettrica, i cori di sottofondo, le progressioni e gli assoli di chitarra.

Quello che colpisce è soprattutto la sua energia e la velocità di esecuzione, la voce rock del cantante Ray Davies e la "chitarrosità" del pezzo.

Nonostante le sonorità elettriche e ruvide, il testo è una dichiarazione d'amore assoluto: "Credo che fra me e te possa durare per sempre / Oh sì, tutto il giorno e la notte tuo, non lasciarmi mai / L'unico momento in cui mi sento bene è al tuo fianco / Ragazza voglio stare con te tutto il tempo / Tutto il giorno e tutta la notte".

Molto rock la dichiarazione del chitarrista Dave Davies, che ha affermato come "All Day and All of the Night" sia la canzone con cui lui "ha trovato la sua voce": "Mi piaceva il suono della chitarra in 'All Day and All Of The Night', il secondo singolo che abbiamo pubblicato. Quando hanno sviluppato amplificatori perfezionati, ho pensato che non fosse giusto, e ho faticato con il suono per un po'. Non mi sono mai piaciuti i Marshall, perché suonavano come tutti gli altri, poi a metà degli anni '70 ho iniziato a usare i Peavey, e la gente diceva 'Nessuno usa i Peavey - le band country e occidentali li usano'. Li facevo saltare in aria ogni sera. Ho usato due Peavey Maces insieme, ed è stato fantastico."

E che la loro attività live fosse decisamente sopra le righe è confermato anche da un episodio avvenuto il 19 maggio 1965 durante un concerto al Capitol Theatre di Cardiff, in Galles. Il chitarrista Dave Davies insultò il compagno Mick Avory e diede un calcio alla sua batteria, al che lui rispose colpendo Davies e mandandolo KO, prima di essere allontanato dal palco di peso. Il chitarrista dovette essere portato all'ospedale dove gli applicarono dei punti in testa.
Decisamente rock!

Adesso basta parole, ascoltiamola!
 


Leggi anche gli altri articoli di "Alla ricerca della canzone più rock della storia":
(I can't get no) Satisfaction
Helter Skelter

In-A-Gadda-Da-Vida

I'd Do Anything for Love (But I Won't Do That)

 

 

Gabriele Tomasi - Onda Musicale

 

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

 

Leggi altri articoli della rubrica "Oggi in primo piano"