26 Febbraio 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Giovedì, 05 Giugno 2014 13:23

Intervista ai "Three Crazy Days"

Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


Abbiamo intervistato i componenti della rock-band "Three Crazy Days", 4 ragazzi trentini che stanno cercando di mettersi in mostra proponendo la loro musica a feste all'aperto e in locali e pub  della provincia. Sono giovani e determinati e hanno la consapevolezza che non sarà facile farsi notare e apprezzare vista la grande concorrenza che c'è in giro. Ma loro sono intenzionati a provarci ed è quindi molto probabile che li sentiremo spesso suonare la prossima estate.

A quale artista e/o genere musicale vi ispirate?


Noi suoniamo musica rock, in tutte le varie sfumature che la parola rock contiene. Preferiamo comunque quello un po' più duro e più carico perchè con quel tipo di rock ci divertiamo di più e sappiamo che ci viene meglio, ma appunto ne abbiamo esplorato un po' tutti gli ambiti, da Cortez the killer di Neil Young a Welcome to the Jungle dei Guns'n roses, da Losing my Religion dei R.E.M. oppure  Are you gonna be my girl dei Jet (che consideriamo un po' il nostro "cavallo di battaglia" )
 

Come nasce il nome della vostra band?

Three Crazy Days - TCD  nasce da un'idea del chitarrista ritmico Alberto e del bassistra Riccardo che è l'unico di noi quattro, a parte il batterista, ad aver suonato in altri gruppi prima di questo. Dopo esperienze fallimentari con vecchi gruppi, sopratutto per le difficoltà  nel trovare un batterista, Riccardo aveva sciolto anche il suo ultimo gruppo, i Rage Mind. Successivamente ha iniziato a contattare  un sacco di persone per cercare di allestire una nuova band ed in   soli 3 giorni ci è riuscito e sono quindi nati i Three Crazy Days (tre giorni pazzeschi). Alla fine si è aggregato il batterista Alessando. Data ufficiale  della nascita dei TCD: 5 ottobre 2013.

 

Chi sono i TCD?

Dal 2013 la formazione stabile dei Three Crazy Days è composta da Riccardo Lenti (basso e voce), Marco Meriggi (chitarra e voce), Alberto Debiasi (chitarra), Alessandro Pola (batteria) 

 

Che programmi avete per il futuro?

Stiamo  iniziando a lavorare a pezzi nostri perchè fino ad ora ci siamo dedicati esclusivamente alla preparazione di un repertorio per esibirci in pubblico e, per  farlo bene, è stato necessario dedicare tante ore allo studio delle canzoni. In quest'ottica abbiamo perfezionato un repertorio di circa 22 brani per un totale di quasi 3 ore di musica. Adesso abbiamo anche una strumentazione nostra completa che ci consente di suonare in totale autonomia. Da adesso e fino a settembre siamo disponibili a suonare ovunque per farci conoscere in giro.¨ 

 

In che modo siete contattabili?

Pagina facebook
https://www.facebook.com/pages/Three-crazy-days-TCD/757899430894289


Account su youtube

https://www.youtube.com/channel/UCtLACj-DJKnbzFrTr6duoiQ

 

 

Stefano Leto

 

 

 

 

Leggi altri articoli della rubrica "Recensioni e Interviste"