17 Gennaio 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 21 Novembre 2016 10:02

Intervista alla cantautrice bolognese Helle

Intervista alla cantautrice bolognese Helle
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


Helle è una ragazza di Bologna di 22 anni che scrive canzoni. Studentessa al Dams, dove studia Musica alla quale dedica interminabili ore di studio e devozione ai riti e miti di letteratura, scrittura, ascolto ed esercitazione alla chitarra, che ha iniziato a suonare alla tenera età di 2 anni.

Helle racconta che suo padre un giorno le ha suggerito di mettere in musica le sue poesie e di avere, in questo modo “aperto la porta che nelle remote stanze della sua mente aveva sempre visto chiusa”. Da qualche giorno è uscito il suo primo singolo dal titolo "Sinkin".

Le abbiamo rivolto alcune domande.

 

Chi è, in poche parole, Elle?

"Helle è la parte più inconscia, primitiva e musicale di me - ci racconta la giovane cantautrice -  Il mondo che io vivo quando sono sola è abitato da lei."

Come, e quando, ti sei avvicinata alla musica?
 
"La musica l’ho sempre sentita vicina ma credo che il momento di svolta sia avvenuto per caso quando ho abbinato la letteratura (mio primo grande amore) alle canzoni. Ho scoperto di poter vedere e creare un mondo alternativo al nostro attraverso la musica e la poesia: mi ha cambiato la vita."
 
Chi sono i tuoi artisti di riferimento o, comunque, quelli da cui trai ispirazione?
 
"La musica mi piace tutta: ascolto da SZA e ABRA ai Beatles, da Skrillex ai The Sundays, da Jeff Buckley a Justin Bieber. Ho tanto da imparare da ognuno di loro e tanto da scoprire da chi ancora non ascolto. Se però la mia felicità si potesse tradurre in musica - ci spiega Helle -  credo che sarebbe musica
Country."

Parlaci del tuo singolo Sinkin.

"Una piccola barca si trova nel bel mezzo di un maremoto. Onde così alte e spumeggianti d imporre il loro moto la costringono ad arrendersi alla tempesta: è qualcosa di più grande di lei. Tanti sono i pensieri dei marinai: c’è chi prega, chi si arrende e si butta, chi lavora per tenersi a galla. Sinkin’ esprime tutti i pensieri di quando un amore ti porta nella tempesta."
 
A quando l’uscita dell’EP?

"Stiamo ancora lavorando sull’EP ma spero di poterlo pubblicare al più presto."

Che significato ha per te il “live” ed il rapporto con i tuoi fans?

"La musica dal vivo penso che esprima il suo vero significato già dal nome: “dal vivo” credo infatti renda già bene l’idea. Il musicista e la realtà, che è viva nella musica suonata sul palco, sono tutto ciò che conta per un artista. Personalmente -  prosegue la giovane bolognese - posso tranquillamente affermare di avere fatto più sorrisi veri sul palco che negli studi di registrazione. I miei fans saranno parte della mia famiglia: condividere le stesse emozioni ci renderà uniti più che mai, spero."
 
Pensi di fare un tour per promuovere il disco?
 
"Se farò un Tour per promuovere le mie canzoni? Assolutamente si! E se non si creeranno le condizioni perché ciò accada, le suonerò per strada pur di farmi sentire da qualcuno."
 
Quali sono i tuoi progetti per il futuro?  
 
"In questo momento sto studiando: sia all’università che in Fonoprint. Mi sto concentrando sulla chitarra e sulla scrittura; vorrei avere stima di me stessa come musicista e per questo non posso fare altro che studiare ed esercitarmi."
 
 
Stefano Leto - Onda Musicale
Leggi altri articoli della rubrica "Recensioni e Interviste"