17 Gennaio 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 30 Novembre 2016 11:35

Intervista a Francesca Leto: "Adoro la musica e ascolto di tutto"

Intervista a Francesca Leto: "Adoro la musica e ascolto di tutto"
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


Francesca Leto nasce a Saronno (Va) il 26 novembre 1976. E' una conduttrice radiofonica e televisiva, oltre che un'attrice. Le sue apparizioni televisive iniziano al fianco di Mike Bongiorno e Gerry Scotti in alcune telepromozioni.

Successivamente, nel 2004, partecipa ad alcuni programmi sulla Rai e debutta come conduttrice radiofonica per Radio Italia. Grande appassionata di musica e sport, Francesca Leto acquisisce una certa notorietà televisiva anche grazie alla sua partecipazione come "meteorina" durante le previsioni del tempo all'interno del TG4 di Emilio Fede.

L'abbiamo contattata e le abbiamo rivolto alcune domande.

 

Conduttrice televisiva e radiofonica, attrice, modella, blogger. Chi è, in poche parole Francesca Leto?

"Scritto così sembro Wonder Woman! In realtà Francesca Leto è una giovane donna che da bambina sognava di fare la presentatrice in Tv e che col tempo e l’impegno ha realizzato (e sta realizzando) tanti sogni nel cassetto trasformandoli in una professione che ama e svolge con passione."  

Quando inizia la tua carriera professionale?

"Inizia (seriamente, perché prima era svolta part-time come fosse una “cosa in più” e non la mia attività primaria) nel 2003, anno in cui apro una partita IVA e inizio a lavorare 24x7 in questo settore. Come molte colleghe - ci racconta Francesca -  ho iniziato con un semplice provino a Mediaset: non conoscevo l’ambiente né le regole del gioco, ero una semplice ragazza di provincia con tanta voglia di fare. Una persona che mi ha ispirato? Forse i sabati sera da bambina sul divano a guardare Fantastico con la Cuccarini hanno contribuito a far crescere in me il germe del binomio impegno-successo. Non ho mai amato i “prodotti stagionali” della tv."

Come riesci a conciliare il tuo ruolo di mamma con il tuo lavoro?

"Riposizionando gli impegni. Quando dopo 7 anni ho lasciato la diretta del pomeriggio su Radio Italia è stato una scelta difficile, ma sapevo che la cosa migliore sarebbe stata dedicare del tempo alla crescita del mio bambino: la diretta radiofonica era troppo impegnativa volendo fare la mamma. Con questo non voglio esprimere dissenso verso le colleghe che hanno fatto diversamente: per me è stato così e sono stata felice della mia scelta. Anche gli ascoltatori lo hanno capito e continuano a seguirmi nelle cose che faccio. Tornando in TV come conduttrice di telepromozioni ho molto più tempo da dedicare a mio figlio Pietro."

Che rapporto hai con la musica? C’è qualche artista o band a cui sei maggiormente legata?

"La musica è un chiodo fisso. Sono onnivora e ascolto di tutto ma il rock americano anni 90 è il genere che preferisco, tanto che sono volata a Los Angeles per il concerto-reunion dei Guns ‘N Roses  lo scorso agosto. Per quanto riguarda gli italiani, Vasco su tutti."

Quale consiglio daresti ad un giovane che si sta avvicinando al mondo dello spettacolo?

"Ne darei 3: le mie linee guida. Quelle che mi hanno permesso di trasformare il mio sogno in un lavoro continuativo nel tempo,pieno di soddisfazioni e continue novità. 1) Avere ben presente dove vuoi arrivare. E’ essenziale per iniziare un percorso. Dire “voglio andare in tv” o “farei qualunque cosa” è troppo vago e anche sconveniente. 2) Avere ben presenti le tue doti e i tuoi limiti . Saper sfruttare al meglio le prime e migliorare i secondi è un esercizio da fare costantemente nel tempo. 3) Tenere gli occhi aperti e darsi da fare : nonostante l’apparente e diffuso deficit di meritocrazia c’è bisogno continuo di nuove ispirazioni. Nessuno verrà mai a bussare alla tua porta, rimboccarsi le maniche e mettersi delle scarpe comode per fare un lungo cammino è l’ideale." 

Programmi per il futuro?

"Al momento oltre alle telepromozioni in Tv che mi vedono in video ogni giorno sulle reti Mediaset, curo personalmente i miei social media e il mio blog www.francescaleto.com scrivendo e collaborando con diverse aziende. Nel mio lavoro tutto può succedere, anche all’improvviso: l’ho imparato col tempo. Per questo non faccio mai programmi a lungo termine e mi lascio sempre aperte delle finestre per ri-organizzare la mia attività...La mia vita professionale è costellata di esperienze uniche: ogni volta pensavo “Oh cavolo..questo è il meglio che mi poteva capitare..ora non succederà più nulla di così esaltante!” e invece…"

 

Stefano Leto - Onda Musicale

 

 

Leggi altri articoli della rubrica "Recensioni e Interviste"