16 Dicembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 07 Giugno 2017 17:14

Max Denny: un uomo solo per un concerto intero

Max Denny: un uomo solo per un concerto intero
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Come si comincia a suonare sapendo che si farà sempre quello? Max Denny comincia la propria carriera a soli undici anni suonando al saggio della scuola Con il nastro rosadi Lucio Battisti accompagnato dalla sua chitarra classica ed è questo l’inizio di tutto.

Passa il tempo, ma la passione rimane e, anzi, viene ampliata e ad essa viene collegato anche il canto sperimentando un mix sensazionale di vari generi (gospel compreso).

È il 2001 e Max Denny, completo autodidatta, comincia ad esibirsi in pubblico. È la volta dunque di case di amici e locali per poi passare a feste private, matrimoni ed altri tipi di locali.

Una crescita artistica costante e continua che ha portato questo lombardo one man band a crearsi un repertorio di tutto rispetto, eseguito principalmente da chitarra, voce e non solo, composto da pezzi come Every Breath You Take dei Police, Unchain My Heart di Joe Cocker, The Power of Love dei Frankie Goes to Hollywood, Purple Rain di Prince e All of me di John Legend. Se vi sembra poco …

 

Max Denny è sulla Guida Live Music alla voce One Man Band

 

Link:

Facebook

Sito

 

Leggi altri articoli della rubrica "Recensioni e Interviste"