18 Settembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 14 Maggio 2019 15:21

TORPEDO LIVE by Two notes

TORPEDO LIVE by Two notes
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Gianluca Martino


Buongiorno amici lettori, e bentrovati. E’ un vero piacere per me intraprendere questo nuovo percorso con una rivista giovane ed agguerrita come Onda Musicale e mi auguro che questa nuova rubrica sia di vostro gradimento.

In questo spazio farò recensioni di prodotti e test sul campo, analizzando le novità più significative sul mercato. Il punto di vista sarà gioco forza quello di un chitarrista, ma penso che le informazioni risulteranno di interesse anche per altre categorie di strumentisti. Per il mio primo articolo ho deciso di iniziare col botto, presentandovi un prodotto Made in France veramente straordinario che mi è stato recapitato direttamente nel mio studio/accademia musicale.

Lo ammetto.. sin dal primo contatto con Two notes si è creata un'atmosfera di fervida attesa qui a The Music Lab (...a proposito, cosa aspettate a venirci a trovare a Milano??? www.tmlmilano.com). Ed io scalpitavo sapendo che cosa stava per arrivare in studio...

L'incipit è un po' brusco, ma, vi assicuro, decisamente proporzionato a quello che è il “piatto” del giorno: la presentazione e la recensione di un nuovo giocattolo che farà la gioia di qualunque chitarrista e bassista.

Veniamo ora al dunque. Signore e Signori, ecco a voi (rullo di tamburi...) il TORPEDO LIVE by Two Notes, una professional digital loadbox, come recita la dicitura sul front pannel, ovvero uno speaker emulator di terza generazione. Si tratta di un apparecchio che non solo vi semplificherà la vita di chitarrista/bassista, ma ve la migliorerà decisamente.  Una doverosa precisazione: in studio faremo il test del TORPEDO LIVE, ovvero la versione ad una unità rack concepita e realizzata espressamente per le performances dal vivo. Esistono anche la versione STUDIO, a due unità rack, implementata con caratteristiche dedicate al recording, ed una versione "slim", a pedale, la TORPEDO C.A.B., da inserire direttamente nella vostra pedalboard.

Per definirne ed apprezzarne le potenzialità è bene fare una piccola premessa di carattere tecnico:  la logica procedura di utilizzo del set-up di un chitarrista o di un bassista prevede che la testata (o il preamp+finale) vengano collegati mediante cavo di potenza allo speaker, che, oltre a restituire il suono, rappresenta il "loading" ovvero il carico o resistenza che chiude il circuito.

In assenza di questo collegamento la testata o il finale in questione non solo non suonano, ma rischiano di bruciarsi o rovinarsi seriamente. Collegando l'uscita cassa della vostra testata o del finale al TORPEDO sarete completamente tutelati, in quanto esso oppone una resistenza di carico a 8 ohm.

Ma il bello deve ancora venire. Quante volte nella vostra carriera vi è capitato di dover mortificare testata valvolari a volumi "sotto zero" per esigenze di palco? O anche solo per problematiche di vicinato? E, ancora, quali e quante sono le problematiche in studio di registrazione per isolare e microfonare a dovere una cassa? E se dopo una settimana voglio rifare una take con lo stesso suono? Aiutooooo!!!!!

L'alternativa che ci ha offerto fino ad oggi la tecnologia è quella dei cosiddetti "virtual", in versione software o hardware. Sicuramente comodi, nulla da dire, ma spesso l'utilizzo è  coinciso con una sorta di scelta di compromesso.  Dobbiamo quindi rassegnarci? Da una parte la qualità dall'altra la comodità? Tranquilli… la soluzione è finalmente a portata di mano.

Con il TORPEDO potete utilizzare il set up che avete costruito con fatica in anni di scelte ed investimenti. Potete usare i vostri pedali, il vostro ampli ed i vostri effetti ponendolo in fondo alla catena senza doverlo collegare alla cassa: potete andare direttamente al mixer ed all'impianto ascoltandovi con un in-ear monitor, se siete dal vivo, oppure, se preferite, utilizzando uno speaker-monitor per il vostro personale ascolto collegandolo all'uscita thru.

Il TORPEDO così cablato vi consentirà di riprodurre fedelmente il suono di uno speaker per chitarra o basso. Potrete scegliere la tipologia/marca della cassa, se ad un cono, a due, a quattro, selezionare il tipo di microfono da porre davanti, decidere la distanza e la posizione del microfono stesso, porre due o più microfoni, sperimentando nuove tipologie di "miking". Ma non è finita, il TORPEDO può addirittura riprodurre l'effetto naturale dell'ambiente di utilizzo. Potrete quindi posizionare il vostro speaker in una piccola stanza acusticamente asettica, in un grande teatro, in una cattedrale dai mille riverberi, nel salotto di casa vostra e chi più ne ha più ne metta.

Qualora voi utilizziate un preamp non amplificato, o semplicemente siete in possesso di una pedaliera ma non di un amplificatore, potete utilizzare la sezione di "amp-emulator " che impreziosisce ulteriormente questo gioiellino. In questo caso l'ingresso da utilizzare sarà quello di linea, posto anch'esso nel back pannel. Andando a curiosare tra i parametri di questa sezione si rimarrà ulteriormente stupiti. Two Notes ci da infatti la possibilità di scegliere tra i vari tipi di valvole, di decidere quante usarne, di selezionare la modalità triodo o pentodo... insomma, una gamma di colori di suono sterminata.

Risultato di tutto ciò? Dal vivo il  palco sarà sempre pulito ed immacolato, per la gioia dei fonici, dei colleghi e del pubblico, nonché vostra.... il vostro ascolto in cuffia risulterà SEMPRE  uguale dovunque, non influenzato da variabili di microfonaggio o da "accidenti" esterni ( quante volte vi è capitato che qualcuno, saltellando sullo stage, sia inciampato sull'asta del microfono spostandolo e compromettendone l'efficacia??? ).

I vostri speaker non verranno più messi “in castigo” sotto il palco o mortificati negli isobox. In studio, invece, potrete registrare a qualunque ora senza problemi di volume, sperimentare in tempo reale diversi speaker, microfoni e parametri, ed infine salvare le vostre scelte, in modo che intervenendo in un futuro nel progetto potrete riprodurre lo stesso identico suono... niente male, vero? Vi assicuro che i test pratici che ho effettuato non tradiscono affatto le aspettative, anzi, le superano. Le differenze fra le varie opzioni di speaker, cono, miking, valvola, ambiente etc sono veramente enormi. Lo stesso set-up con la stessa chitarra assumono timbri e colori nettamente differenti in base alle programmazioni del TORPEDO. Il feeling e la risposta al tocco sono impressionanti e la sensazione di "virtuale" è completamente eliminata. In fase di registrazione possiamo collegare il TORPEDO ad una scheda mediante l'uscita audio oppure direttamente al computer tramite l'uscita s/pdif.

Ma Two Notes non si è fermata neppure qui. Ha deciso di rendere ancora più agevole la gestione di questo apparecchio sia nella sua veste live che in quella studio. Intanto il TORPEDO è dotato di memorie e porte midi, per cui potete programmarvi i vostri parametri per ogni brano e richiamarli in tempo reale con un qualunque comune controller. Inoltre, attraverso l'uscita USB possiamo collegarci al computer ed utilizzare un editor dedicato, scaricabile gratuitamente, che offre la possibilità di interagire con la macchina ed intervenire sulle programmazioni in modo semplice ed intuitivo. Da qui è possibile anche entrare nello shop on-line che propone costantemente le ultime novità a prezzi decisamente accessibili. Potrete testare nuovi modelli di casse, microfoni, effetti e quant'altro e, se vi piacciono, acquistarli subito. Lo shop è in costante aggiornamento.

Che dire di più di TORPEDO, amici.... provatelo e rimarrete incantati quanto me, ne sono certo.

Per i dettagli, tutta la gamma Two Notes è distribuita in Italia da Audio Distribution Group-Italia. Consultate il sito per scoprire tutte le novità.

Io vi ringrazio per l’attenzione e ringrazio nuovamente la redazione di Onda Musicale per avermi coinvolto in questo percorso. Ci risentiamo alla prossima recensione.

See you soon...!!!

 

Gianluca Martino - Onda Musicale

Leggi altri articoli della rubrica "The Music Lab"