21 Settembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Venerdì, 25 Gennaio 2019 11:13

Lapingra: "Amore e Soldi" è il nuovo album del duo romano

Lapingra: "Amore e Soldi" è il nuovo album del duo romano
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Amore e Soldi è il nuovo album dei Lapingra, in uscita il 1° marzo per Bassa Fedeltà / Artist First. Anticipato dai singoli Devo Dirty di LucaPorco Mondo (entrato nella playlist Scuola Indie di Spotify e nella vetrina web Just Discovered di MTV New Generation) e San Calisto, il disco segna un deciso cambio di rotta verso una dimensione più cantautorale, accompagnata da contaminazioni ispirate alle sonorità anglo-britanniche dei 80s.

Amore e Soldi è stato scritto in un anno, il 2018. Il titolo non lascia spazio a molti dubbi: si parla d'amore, che non c'è quasi mai e di soldi, pochi anche quelli. Sono loro i grandi assenti di una maratona esistenziale piena di volti, canzoni, notti consumate a metà.

È durante questa corsa contro il tempo che i Lapingra cantano la voglia di tornare ai luoghi conosciuti, all'adolescenza, alla trasgressione. I rapporti tra persone sono visti come un link provvisorio che non dura mai abbastanza e che, nemmeno a dirlo, crea dipendenza, soprattutto quando brucia in fretta.

I mesi che sembrano giorni, i giorni che sembrano secondi: sensazioni che si avvertono dall'estremità fino al centro del disco. Spazio poi all'amore, "quello incondizionato, che non ti aspetti eppure è proprio lì, come le arance rosse ai lati del traffico della Tiburtina. È l'amore che sa di non poter essere ricambiato eppure guarda sé stesso, ne gode. E va bene così." (Lapingra)

Un disco che vuole fermare il tempo, anche solo per un secondo, per guardarsi indietro e acciuffare dal passato tutto quello che ancora non si è riusciti a dimenticare.

 

TRACKLIST & CREDITS 1. Porco Mondo / 2. Amazon / 3. 1993 / 4. Riccardo Non Mi Parla Più / 5. San Calisto / 6. L'ultima Cena / 7. Sabato / 8. Devo Dirty Di Luca / 9. Male / 10. Ciao Come Ti Chiami

I Lapingra sono Angela Pomassone e Paolo Testa. Porco Mondo, 1993, Riccardo non mi parla più, Sabato e L'ultima cena sono state prodotte da Fabio Grande presso Sala Tre Studio di Roma. Devo dirty di Luca, Male e San Calisto sono state prodotte da Stefano Testa presso Pobor studio di Milano. Amazon e Ciao come ti chiami sono state prodotte da Mattia Frattari presso Fractle Studio di Roma.

Mastering a cura di Claudio Pisi Gruer presso Pisi Mastering Studio di Roma.

Produzione artistica cover: Maria Elena Di Vincenzo

Supporto fotografico: Idio

Artwork: Valerio Bulla

 

Hanno suonato: Angela Tomassone (voce), Paolo Testa (piano, sintetizzatori, chitarre e bassi), Umberto Petrocelli (voce su Male), Alessandro Cardinale (sax su L'ultima cena), Stefano Testa (ritmiche e sintetizzatori su Devo dirty di Luca, Male e San Calisto), Mattia Frattari (ritmiche, cori e sintetizzatori su Amazon; fischi su Ciao come ti chiami), Fabio Grande (ritmiche e sintetizzatori su Porco Mondo, Ultima cena, 1993, Sabato, Riccardo non mi parla più; cori su Riccardo non mi parla più e Ultima cena).

BIO

Lapingra è un duo formatosi a Roma nel 2007 dalle ceneri delle esperienze musicali precedenti dei due membri fondatori Angela Tomassone e Paolo Testa, entrambi originari di Isernia.

Inizialmente ispirati dalla scena musicale electro/folk/low-fi americana e islandese, tra il 2007 e il 2011 registrano in casa due Ep: il loro primo album"Salamastra" e un musical per il teatro dal titolo "Orfeo Aglinferi!", per la regia di Umberto Petrocelli, il quale da sempre segue ogni aspetto visuale della band e arricchisce molti pezzi con un timbro vocale inconfondibile.

Per portare dal vivo "Salamastra"i Lapingra si arricchiscono dal vivo di un collettivo eclettico di musicisti che collaborano anche all'arrangiamento e alla composizione del disco "The Spectaculis" (2016), ambizioso concept album/musical che diventerà anche un film (in corso di realizzazione).

Nell'estate del 2017 i Lapingraregistrano nuovi brani in italiano dal sound più minimale e ispirati dal cantautorato italiano e americano dei primi anni '60, arricchendolo di ritmi e sonorità che ricordano Nada, gli Smiths, ma anche Paolo Conte e i Matia Bazar.

 

Link:

Facebook

Instagram

 

(vv)

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

Leggi altri articoli della rubrica "Underground"