6 Giugno 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 18 Marzo 2019 11:50

George Michael: la sua collezione d'arte venduta in beneficenza

George Michael: la sua collezione d'arte venduta in beneficenza
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


La collezione di oggetti d’arte appartenuta al cantante inglese George Michael scomparso il giorno di Natale del 2016 è stata venduta all’asta. (leggi l'articolo)

Le trattative e le transazioni sono state gestite dalla famosa casa d’aste londinese Christie’s e alla fine sono stati raccolti 11,3 milioni di sterline, l’equivalente di circa 13.265.000 euro. 

The Incomplete Truth” di Damien Hirst, che consiste in una colomba conservata in formalina, ha raggiunto le 911.250 sterline; “Saint Sebastian, Exquisite Pain”, sempre di Hirst, è arrivato a 875.250 sterline; e la prima opera di valore comprata dall’artista, un quadro del 1982 realizzato da Bridget Riley e intitolato “Songbird”, è stato battuto all’asta per 791.250 sterline.

Il denaro raccolto da questa asta benefica sarà devoluto a varie cause ed enti benefici a cui George Michael era legato e a cui era solito offrire il proprio sostegno anche economico.

Inoltre, di George Michael ci sarebbero almeno 3 dischi di brani  inediti mai pubblicati. La notizia è filtrata nei giorni immediatamentre sucecssivi alla sua morte. Infatti, secondo il Daily Mirror, il cantante avrebbe lavorato a lungo su molte tracce, decidendo però che non fossero ancora pronte per essere pubblicate. Tra i titoli White Light, anche nome del singolo con cui si esibì alle Olimpiadi 2012, e Trojan Souls, disco a cui ha lavorato negli anni 90 e che includerebbe la canzone che Fadi Fawaz ha pubblicato. 

Oltre a questi due lavori ci sarebbe anche un terzo album, questa volta dance, probabile seguito di Listen Without Prejudice Vol 1, scartato a causa di problemi con l'etichetta discografica. Non sappiamo ancora se le tracce saranno mai pubblicate e se lo stesso George non lo ha mai fatto prima, probabilmente è giusto che rimangano chiuse nel cassetto del suo studio di registrazione.  Tuttavia, sarebbe molto suggestiva l'idea di poter ascoltare uno o più di uno album postumi di uno dei poù grandi musicisti pop di ogni tempo. 

George Michael, al secolo Georgios Kyriacos Panayiotou, ha venduto oltre 100 milioni di album nella sua carriera, tra il periodo con gli Wham!, assieme a Andrew Ridgeley, e quello solista. Quest’ultimo ha conquistato molti dei critici e degli ascoltatori che lo ritenevano, in precedenza, un semplice fenomeno per adolescenti.
 
Ma la carriera del cantante è successivamente sbandata per qualche anno, a causa di alcune battaglie legali con la sua etichetta discografica, dei problemi con le autorità e, successivamente, alcuni fatti di droga.
 
 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

Leggi altri articoli della rubrica "Cultura ed Eventi"


Underground

POWER DUO: ascolta "Macello" degli Zolle

di Giusy Locatelli

POWER DUO: ascolta In piena emergenza Covid-19 e nell'epicentro della zona rossa, esce il 3 aprile 2020 Macello, l'ultimo lavoro discografico dei lodigiani Zolle. Strampalato duo strumentale chitarra-bat …