Sabato, 30 Maggio 2020 09:38

Accordo di programma con il Conservatorio Bonporti: approvato lo schema per il rinnovo triennale

Accordo di programma con il Conservatorio Bonporti: approvato lo schema per il rinnovo triennale
  • Stampa
  • Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
    L'autore Redazione


    Con una deliberazione approvata dalla Giunta sono stati definiti i finanziamenti provinciali fino al 31 dicembre 2022.

    Stati definiti dalla Provincia e dal Conservatorio di musica “F.A. Bonporti” di Trento gli obiettivi da realizzare nel triennio 2020-2022, i relativi interventi e le attività formative, di ricerca e di organizzazione, le risorse che occorrono e le loro modalità di erogazione e rendicontazione. Le disposizioni in materia di alta formazione musicale e artistica prevedono la possibilità di stipulare accordi di programma tra la Pat e il Conservatorio “Francesco Antonio Bonporti” per il finanziamento dell’attività didattica, di produzione artistica e di ricerca in ambito musicale, nonché per l’edilizia: un’opportunità che ha permesso di disciplinare i rapporti fra i due enti attraverso diversi accordi a partire dal 2007, l’ultimo dei quail è giunto a scadenza il 31 dicembre 2019.

    Lo schema di accordo di programma approvato oggi su proposta dell’assessore all’istruzione, università e cultura Mirko Bisesti, dunque, si rende necessario per garantire le risorse finanziarie di funzionamento del Conservatorio e per attuare gli obiettivi di sviluppo formativo e culturale nel settore della formazione artistico-musicale del territorio trentino, che fanno parte della mission di questa istituzione.

    La Provincia autonoma di Trento dal 2006 ha la delega statale sulle funzioni amministrative che riguardano le accademie di belle arti, gli istituti superiori per le industrie artistiche, i conservatori di musica e gli istituti musicali pareggiati con sede in provincia di Trento. Le risorse programmate nello schema di accordo, che accompagnano il piano strategico di sviluppo del conservatorio di Trento e della sua sezione staccato di Riva del Garda, sono distribuite nel triennio e raggiungono complessivamente circa 1 milione e 740 mila euro. A queste si aggiunge l’autorizzazione ad effettuare spese per 700 mila euro, per acquisto di strumenti musicali e attrezzature varie, mediante risorse già assegnate con pregressi accordi e non ancora utilizzate.

    Per quanto riguarda il dettaglio, parte degli esercizi finanziari 2020 e 2021 è coperta con risorse già assegnate al Conservatorio negli anni scorsi e non utilizzate, mentre per l’esercizio 2022 con nuove risorse disponibili sul bilancio Pat. In seguito ad una modifica introdotta dalla L.P. 13/2019 sulla norma del 1993, l'accordo di programma con il Conservatorio ha ora durata triennale, mentre in precedenza la sua durata era pari alla legislatura.
     
     
    (gt)
     
     
     

    PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE FOCUS REGIONE
    Leggi altri articoli della rubrica "Focus Regione"