4 Agosto 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Martedì, 28 Luglio 2020 08:41

“Digging Deep: Subterranea”, antologia con inediti per Robert Plant

“Digging Deep: Subterranea”, antologia con inediti per Robert Plant
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Carlo Maucioni

Tra i massimi cultori dell'arte dei Pink Floyd, da 28 anni curatore della storica fanzine CYMBALINE - Pink Floyd Magazine.


Robert Plant, il leggendario cantante dei Led Zeppelin, a giugno dello scorso anno lanciò il suo ‘Digging Deep: The Robert Plant Podcast’, disponibile sulle principali piattaforme digitali.

Con questo seguitissimo format, Robert Plant ha cominciato a scavare in profondità – come suggerisce il titolo - nella genesi delle sue canzoni, una per ciascun episodio: l’ispirazione, le collaborazioni; una sorta di road map personale ancora in corso che ha portato artisticamente Robert dalle Midlands a Nashville, dal Marocco al Galles del Nord.

Ieri 27 luglio c’è la prima della terza stagione del podcast ma è anche il giorno dell’annuncio della nuova antologia discografica di Robert Plant che riprende il titolo del format: Digging Deep: Subterranea. La raccolta uscirà per Es Paranza – l’etichetta di Plant - il prossimo 2 ottobre.

In edizione limitata, l’antologia-doppio CD ma disponibile anche in streaming e download digitale – scava e va alle radici (come suggerisce l’immagine di copertina, stavolta) di tutta la carriera di Robert Plant e comprende 30 brani, usciti nel corso di quattro decenni, e tre tracce inedite.

Digging Deep: Subterranea” presenta canzoni tratte da tutti gli 11 album da solista di Plant, vincitore di 8 Grammy Award nel corso della carriera. Tra gli highlights, vi sono la hit “Hurting Kind” e “Shine It All Around”, nominata ai Grammy, insieme alle inedite “Nothing Takes the Place of You” (scritta dal musicista di New Orleans Toussaint McCalle, registrata per il film del 2013 “Winter in The Blood”), “Charlie Patton Highway (Turn It Up - Part 1)”, dall’album Band of Joy Volume 2”,di prossima uscita (e anche questa è una notizia, visto che il vol. 1 di “Band of Joy” risale al 2010), e una spettacolare interpretazione del classico rockabilly di Charley Feathers “Too Much Alike”, in duetto con Patty Griffin.

In “Digging Deep: Subterranea”, Plant è accompagnato da una straordinaria lineup di musicisti, da Jimmy Page a Buddy Miller, da Patty Griffin a Phil Collins, da Nigel Kennedy Richard Thompson e via snocciolando nomi che appartengono alla storia del rock.

Il podcast “Digging Deep with Robert Plant” è iniziato ieri, 27 luglio, la sua terza stagione. Cinque nuovi episodi andranno in onda per la prima volta ogni due settimane, tutti precedentemente registrati quest’anno con Matt Everitt della BBC davanti a un pubblico live, presso il Rough Trade East di Londra.

La tracklist di “Digging Deep: Subterranea”:

CD1

Rainbow

Hurting Kind

Shine It All Around

Ship of Fools

Nothing Takes the Place of You *

Darkness, Darkness

Heaven Knows

In the Mood

Charlie Patton Highway (Turn It Up - Part 1) *

New World

Like I’ve Never Been Gone

I Believe

Dance with You Tonight

Satan Your Kingdom Must Come Down

Great Spirit (Acoustic)

CD2

Angel Dance

Takamba

Anniversary

Wreckless Love

White Clean & Neat

Silver Rider

Fat Lip

29 Palms

Last Time I Saw Her

Embrace Another Fall

Too Much Alike (Feat. Patty Griffin) *

Big Log

Falling in Love Again

Memory Song (Hello Hello)

Promised Land

* inedito

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"