6 Agosto 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Lunedì, 22 Ottobre 2018 15:41

Ace Frehley: “non ho mai preso una lezione di chitarra”

Ace Frehley: “non ho mai preso una lezione di chitarra”
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


Durante una recente intervista lo storico chitarrista dei KISS, Ace Frehley, ha parlato della sua mancanza di educazione musicale canonica.

Non ho mai preso una lezione di chitarra e, quasi ogni giorno, qualcuno viene da me e mi dice 'se non fosse stato per te, non avrei mai preso in mano una chitarra'. Io mi sento colpevole perché non ho mai preso una lezione. Io rispondo una cosa del tipo 'stai idolatrando un idiota' (ride). Non so nemmeno cosa sto suonando la metà del tempo, non riesco a verbalizzarlo, ma esce comunque dalle casse”ha dichiarato il chitarrista americano.

L'intervista è poi proseguita così

 

Qual è la tua canzone preferita dei KISS?

La mia canzone dei KISS preferita è “Deuce”. Non solo è una canzone grandiosa e cazzuta, ma è stata anche la prima canzone dei KISS che ho sentito. Quando ho fatto il provino per i KISS, Paul Stanley e Gene Simmons hanno suonato “Deuce” per me e mi hanno detto “è in LA. Collegati e fai un assolo”. È così che ho ottenuto il posto quindi “Deuce” ha un posto speciale nel mio cuore. Adoro suonarla dal vivo anche quando ero nei KISS. È veramente una cazone pazzesca quindi, probabilmente, è la mia canzone dei KISS preferita”.

 

Qual è il tuo album preferito che hai registrato?

Probabilmente il mio primo album solista è stato il disco più speciale che abbia mai registrato perché ha superato la prova del tempo. 40 anni dopo ed è ancora un grande disco”.

 

Com'è stato crescere nel Bronx?

Sono finito in una gang perché ero stufo di venire picchiato. Quando sei in una gang hai protezione. Se cammini lungo la strada e qualcuno vuole litigare con te il suo amico dirà “non litigare con lui. È nei Ducky Boys. Questo è il motivo per il quale sono stato coinvolto in una gang anche se non era qualcosa della quale ero davvero entusiasta o che volevo fare davvero. Volevo solo protezione. Crescendo, sono entrato nella gang quando avevo circa 13 anni, è stato il periodo in cui ho preso una chitarra, avevo 14 anni, ero in una band e ci esibivamo ogni weekend ad eventi come balli della chiesa e simili. Ovunque potessimo suonare. A 15 anni ero molto preso da tutto questo e ci lavoravo quasi ogni fine settimana. Ricevevo poi chiamate dai ragazzi della gang che mi dicevano “ehi, stasera ci batteremo nel cortile della scuola. Porta un coltello a serramanico” ed io gli rispondevo “non posso venire, ho un concerto”. La musica mi ha fatto uscire dalle gang e mi ha salvato la vita”.

 

Ace Frehley ha poi pubblicato da poco il suo nuovo album solista, “Spaceman” in onore del suo soprannome ai tempi della formazione classica dei KISS.

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

Leggi altri articoli della rubrica "The Musical Box"