4 Aprile 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Giovedì, 13 Febbraio 2020 08:59

Peter Gabriel: buon compleanno al grande genio istrionico del rock

Peter Gabriel: buon compleanno al grande genio istrionico del rock
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Redazione


E con oggi sono 70 anni per Peter Gabriel, all’angrafe Peter Brian Gabriel nato a Chobham il 13 febbraio del 1950, cantantepolistrumentista e attivista inglese famoso per la sua militanza nei Genesis e per i suoi progetti solisti.


Nel 1966 Gabriel è uno dei tanti studenti della Charterhouse Public School, prestigioso istituto privato di Godalming nel Surrey, ma è qui che fonda la sua prima band con dei nomi ben noti.

La sua prima band si chiama Garden Wall e tra i componenti ci sono il batterista Chris Stewart ed il tastierista Tony Banks. Dall’altra ci sono gli Anon, le due band si fonderanno, con il chitarrista – bassista Mike Rutherford ed il chitarrista Anthony Phillips.

I cinque ragazzi fondano così il primo nucleo dei Genesis prendendo il nome dall’omonimo libro della Bibbia. La band produce dunque il primo album, From Genesis to Revelation del 1969, quasi per scherzo, ma è proprio da qui in poi che si delineerà il loro stile.

Atmosfere tipiche dei racconti di Canterbury, rimandi al barocco ed alla musica classica, giochi di parole ormai genesiani e, soprattutto, il palco dove Gabriel sembra trovare la sua dimensione ideale.

Qui canta e suona flauto e percussioni con indosso i suoi iconici costumi dell’epoca. Con i Genesis incide Trespass (1970), Nursery Cryme (1971), Foxtrot (1972), Selling England by the Pound (1973) e l’ambizioso concept The Lamb Lies Down on Broadway (1974).

Questo album è uno dei tanti pomi della discordia che segnano ancora di più l’allontanamento di Gabriel dalla band. Tra quello, un ipotetico progetto cinematografico, l’attenzione dei media, la famiglia e gli atteggiamenti del cantante in studio e sala prove Peter Gabriel lascia i Genesis nel 1975.

La risposta del gruppo, da molti definito allo sbando, è stata A Trick of the Tail del 1976 che segna l’inizio del periodo Phil Collins.

L’abbandono della band da parte di Gabriel viene perfettamente descritto in Solsbury Hill, pezzo tratto dal suo primo album che lancia il suo lavoro da solista. Il suo cantato ispirerà infatti una miriade di altri cantanti compreso Fish dei Marillion.

Peter Gabriel incide album immortali come, ad esempio, So del 1986 e le sue canzoni compaiono in parecchi film e serie televisive. Una di queste, The Book of Love, anche nella famosissima serie Scrubs”.

Tanti auguri Peter!

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 

Leggi altri articoli della rubrica "Musica"