12 Novembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Mercoledì, 10 Aprile 2019 16:57

10 aprile 1954: nasce la Fender Stratocaster

10 aprile 1954: nasce la Fender Stratocaster
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Stefano Leto


La Fender Stratocaster, più che una chitarra, per molti chitarristi è un autentico simbolo. Ma anche una compagna di viaggio, fin dal giorno in cui è stata presentata: il 10 aprile 1954.
E' proprio il 10 aprile del 1954 quando Leo Fender (leggi l'articolo) presenta la sua Stratocaster, una nuova chitarra elettrica elegante con tre pickup, un corpo sagomato straordinariamente confortevole, un'elegante finitura sunburst e un ponte vibrato ingegnosamente efficace.
 
Leo Fender non ha mai smesso di accompagnare per mano la sua creatura nel corso degli anni, migliorandola in continuazione, almeno per quanto è stato possibile farlo. Perché il suo segreto, dopo tutto, è la versatilità. Infatti, il corpo della Strato potrebbe non avere un timbro particolare come quello della rivale Gibson SG, cosa che invece avviene con la Telecaster (leggi l'articolo) la sorella maggiore della Stratocaster.
 
Non è affatto una coincidenza che la Fender Stratocaster sia stata la chitarra preferita di molti musicisti importanti e apprezzati ed è per questo che la Stratocaster, da subito, diventa simbolo del "Surf Rock" negli anni 50 e 60 come avviene ad esempio nel disco di debutto dei Beach Boys "Surfin Safari" (1962) o (prima ancora) nell''esotica furia strumentale di "Misirlou" di Dick Dale, canzone cult del film "Pulp Fiction
 
E' il 1° dicembre del 1957 quando in molti hanno il loro primo assaggio delle enormi potenzialità di una Fender Stratocaster. Avviene quando  il trio The Crickets partecipa al The Ed Sullivan Show. Il leader dei Crickets è un giovane texano con gli occhiali e il suo nome è Charles Hardin "Buddy" Holly. In quell'occasione il mondo intero capisce che è nata una stella. Forse due.
 
Nel corso degli anni abbiamo visto la Stratocaster fare di tutto: suonare riff heavy metal, cavalcare il groove della disco music, brillare negli assoli che hanno cambiato la storia del rock. L'abbiamo perfino vista bruciare e sfasciare sul palco al termine dei concerti.
 
I grandi chitarristi che l'hanno usata sono tantissimi e fra loro c'è David Gilmour, il cui suono è stato classificato dalla rivista Rolling Stone al numero 14 nella loro lista dei più grandi chitarristi di tutti i tempi.
 
Per quanto riguarda gli equipaggiamenti, David Gilmour è principalmente conosciuto per aver utilizzato una Fender Stratocaster di colore nero, la famosa "Black Strat", (leggi l'articolo) un modello del 1969 con finitura nera e battipenna coordinato, che Gilmour iniziò ad usare intorno al 1970. Negli anni '80 si affidava principalmente ai modelli di replica del modello Stratocaster '57.
 
In alcune occasione David Gilmour ha utilizzato anche una Fender Esquire del 1955 soprannominata "Workmate" (leggi l'articolo) e che David ha utilizzato nel suo disco di esordio come solista "David Gilmour" (1978) e successivamente in "About Face" del 1984. La chitarra è stata utilizzata anche nell'ultima tournèe mondiale.
 
Recentemente David Gilmour ha deciso di mettere in vendita molte delle sue chitarre, con uno scopo benefico. (leggi l'articolo) Lo stesso David Gilmour ha condiviso sulla sua pagina facebook un video con cui "condivide" la storia delle sue preziose chitarre. (leggi l'articolo)
 
Alcuni grandi chitarristi che l'hanno usata o che la usano tuttora sono Eric Clapton, Mark Knopfler, Buddy Holly, Stevie Ray Vaughan, Jimi Hendrix, The Edge (U2), Jeff Beck, George Harrison, John Lennon, Mike Oldfield, Pete Townshend, Ritchie Blackmore, Ronnie Wood, Rory Gallagher, John Frusciante, Yngwie Malmsteen, Frank Zappa, Kurt Cobain, Eddie Van Halen. 
 
 
Stefano Leto 
 
 
 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

 
 
 
Leggi altri articoli della rubrica "The Music Lab"