2 Giugno 2020
Magazine di Musica e Spettacolo
Venerdì, 24 Aprile 2020 10:00

Rushmore: "Forse trascorro troppo tempo a fondare club e a mettere in scena recite"

Rushmore: "Forse trascorro troppo tempo a fondare club e a mettere in scena recite"
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore Gabriele Tomasi


"Rushmore" è un film diretto da Wes Anderson e co-sceneggiato da Owen Wilson, uscito nel 1998.

Il protagonista è il quindicenne Max Fischer (Jason Schwartzman), il peggior alunno del Rushmore college. Più che dallo studio egli è attratto dalle attività extrascolastiche che si tengono tra le mura dell'istituto, ed è membro - quando addirittura non presidente o fondatore - di molti circoli studenteschi. L'attività per cui Max è più conosciuto è quella di regista e attore di spettacoli teatrali, che riscuotono grande successo all'interno del college.

Un giorno il ragazzo fa conoscenza con Herman Blume (Bill Murray), industriale dell'acciaio e padre di due stupidi compagni di scuola di Max. Tra il giovane e il signor Blume scatta un processo di identificazione reciproco, che si trasforma in amicizia. Entra nella vita di Max anche Rosemary Cross (Olivia Williams), giovane e sensibile maestra della quale il protagonista si innamora. Completa il quadro Dirk, ragazzino del primo anno al quale Max fa da tutor (per gli amanti dei manga: gli fa da senpai).

Le cose cambiano quando il preside del Rushmore minaccia di cacciare Max dall'istituto se non migliorerà i suoi voti, e il ragazzo capisce che Rosemary non lo vuole amare. Questi due fatti genereranno una concatenazione di eventi che stravolgerà i rapporti tra i protagonisti.

Se vi piacciono i film di Wes Anderson adorerete "Rushmore", che rispetta lo stile del regista e vede l'onnipresente Bill Murray tra i protagonisti. La pellicola è comunque consigliata a tutti.

La colonna sonora è molto interessante: inizialmente il regista la voleva costituita tutta da canzoni dei Kinks, salvo poi cambiare idea e renderla più variegata. Il risultato è un insieme di brani che a sentirli raccolti in un'unica compilation, senza aver visto il film, non hanno nulla in comune e sono quanto più possibile distanti l'uno dall'altro. Ne fanno parte, tra le altre, una sola canzone dei Kinks ("Nothin' in the World Can Stop Me Worryin' 'Bout That Girl"), due di Cat Stevens ("Here Comes My Baby" e "The Wind") e nove scritte apposta da Mark Mothersbaugh. Contiene inoltre "A Quick One, While He's Away" degli Who, "Jersey Thursday" di Donovan, "I Am Waiting" dei Rolling Stones, e incredibilmente anche un pezzo di Yves Montand, ovvero "Rue St. Vincent".

Il brano che meno ci si sarebbe immaginati è però un altro, ovvero "Oh Yoko!" di John Lennon. Si tratta di una canzone molto personale dell'ex beatle, evidentemente dedicata alla seconda moglie, e che mai ci si aspetterebbe di trovare in un film che non fosse "il suo", ovvero "Imagine".

Nel 1999 la colonna sonora è stata pubblicata in una raccolta dal titolo "Rushmore (Original Motion Picture Soundtrack)" e la tracklist è la seguente:

01. Hardest Geometry Problem in the World – Mark Mothersbaugh
02. Making Time – The Creation
03. Concrete and Clay – Unit 4 + 2
04. Nothin' in the World Can Stop Me Worryin' 'Bout That Girl – The Kinks
05. Sharp Little Guy – Mark Mothersbaugh
06. The Lad With the Silver Button – Mark Mothersbaugh
07. A Summer Song – Chad & Jeremy
08. Edward Appleby (In Memoriam) – Mark Mothersbaugh
09. Here Comes My Baby – Cat Stevens
10. A Quick One, While He's Away – The Who
11. Snowflake Music (from Bottle Rocket) – Mark Mothersbaugh
12. Piranhas Are a Very Tricky Species – Mark Mothersbaugh
13. Blinuet – Zoot Sims
14. Friends Like You, Who Needs Friends – Mark Mothersbaugh
15. Rue St. Vincent – Yves Montand
16. Kite Flying Society – Mark Mothersbaugh
17. The Wind – Cat Stevens
18. Oh Yoko! – John Lennon
19. "Ooh La La" – Faces
20. Margaret Yang's Theme – Mark Mothersbaugh

Sono rimaste fuori dalla pubblicazione: "Take Ten" di Paul Desmond, "Jersey Thursday" di Donovan, "I Am Waiting" dei Rolling Stones, "Hark! The Herald Angels Sing" del Vince Guaraldi Trio, e "Manoir de Mes Reves" di Django Reinhardt.

 

  Gabriele Tomasi - Onda Musicale

 

 

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE

Leggi altri articoli della rubrica "Soundtracks"


Underground

POWER DUO: ascolta "Macello" degli Zolle

di Giusy Locatelli

POWER DUO: ascolta In piena emergenza Covid-19 e nell'epicentro della zona rossa, esce il 3 aprile 2020 Macello, l'ultimo lavoro discografico dei lodigiani Zolle. Strampalato duo strumentale chitarra-bat …