18 Settembre 2019
Magazine di Musica e Spettacolo
Sabato, 21 Luglio 2018 13:16

Tootsie: “sono molto fiera di essere donna Dr. Brewster!”

Tootsie: “sono molto fiera di essere donna Dr. Brewster!”
Stampa
Condividi questo articolo Facebook Twitter Google Plus
L'autore


Fare l'attore sembra essere un mestiere fantastico non è vero? Un giorno reciti Tolstoj morente, l'altro un ragazzino entusiasta, ma non è tutto rose e fiori, neanche se sei a New York. Chiedete pure a Michael Dorsey!

Michael Dorsey (Dustin Hoffman) è un attore alla costante ricerca di un ruolo decente, ma ha molte difficoltà a causa del suo carattere polemico che gli fa perdere tutti i ruoli e le audizioni.

Per arrotondare, anzi per sopravvivere, insegna recitazione ad altri aspiranti colleghi e fa anche il cameriere assieme all'amico e coinquilino, nonché aspirante drammaturgo, Jeff Slater (Bill Murray) con il quale sta cercando di scrivere la commedia della svolta intitolata Ritorno a Love Canal.

Michael vorrebbe infatti racimolare 8.000 dollari perché sa che potrebbe essere un successo, ma il suo agente George Fields (lo stesso regista Sydney Pollack) è decisamente contrario e sbatte in faccia all'attore la cruda verità. Lui viene sempre scartato perché troppo polemico e “rompipalle” e non ha certo intenzione di produrre la commedia dell'amico Jeff.

Nonostante tutte queste sfortune Michael intende comunque aiutare l'amica Sandy Lester (Teri Garr) a trovare il ruolo giusto. Anche lei sta tentando di sfondare come attrice, ma è molto insicura e nervosa visto che si tratta di una parte nella serie televisiva più in voga del momento, Policlinico Southwest.

La parte in questione, nello specifico, è quella della nuova direttrice dell'ospedale, un po' più mascolina e bisbetica. Michael tenta di aiutarla come può e decide di andare alle audizioni con lei per farla stare tranquilla. Arrivata lì Sandy fa l'audizione, ma viene scartata ed è sul punto di tornare a San Diego perché ormai è stanca delle difficoltà lavorative come attrice a New York.

Assistita alla scena, cercavano infatti un'attrice più “donna”, Michael ha una specie di illuminazione e decide di provare anche lui ad ottenere quella parte, ma nei panni di Dorothy Michaels!

La trasformazione è incredibile e tutti ci cascano! Ovviamente il carattere è lo stesso di Michael e questo non mancherà di turbare il re di quel set John Van-Horn/Dr. Medford Brewster (George Gaynes) e tutti gli altri membri dello staff compresa la produttrice Rita Marshall (Doris Belack) ed il regista Ron Carlisle (Dabney Coleman).

Sul set, sempre nei panni di Dorothy, il nostro protagonista conosce anche l'affascinante Julie Nichols (Jessica Lange) che interpreta il ruolo della dolce infermiera Charles e se ne innamora quasi subito.

Il problema è che anche il padre di Julie (Charles Durning) s'innamorerà di Dorothy mentre Michael, a causa di un equivoco dovuto alla ricerca di un vestito, si trova invischiato in una relazione con l'amica Sandy.

In tutta questa matassa inestricabile di guai, sfortune e, perdonate il francesismo, casini vari, Dorothy Michaels è il volto televisivo di tutti gli Stati Uniti ed è ovunque.

Dai giornali alle televisioni, Dorothy è sempre in compagnia dei colleghi attori e di personalità come il padre della pop art Andy Warhol che qui compare in un cameo. Riuscirà dunque Michael a fingersi Dorothy e, nel contempo, rimanere sé stesso? Una sfida decisamente non da poco!

Questa, in poche parole, è la trama del fantastico film “Tootsie” diretto dal compianto Sydney Pollack nel 1982, oramai una delle migliori commedie americane di tutti i tempi.

Per immedesimarsi pare che Hoffman abbia preteso di essere truccato e vestito come una donna bellissima per poi camminare nelle strade cittadine senza che nessuno lo riconoscesse. Questa dedizione, c'è anche chi ha parlato di ossessione, per il ruolo potrà farci tornare in mente il divertentissimo film Mrs. Doubtfirecon l'indimenticabile Robin Williams

Ma passiamo alla colonna sonora! Le musiche sono state composte dal pianista Dave Grusin (l'abbiamo già potuto ascoltare ne Il laureatoe I Goonies) mentre i testi sono stati firmati dai coniugi parolieri Alan e Marilyn Bergman.

Tra queste spiccano la tenera canzone d'apertura “An Actor's Life”, la sensuale “Metamorphosis Blues”, la ritmata “Working Girl March”e così via. Al cantante americano Stephen Bishop, invece, spettano gli unici due brani cantati della pellicola. Sto parlando della dolcissima “It Might Be You”e della coinvolgente “Tootsie”.

 

Vanni Versini – Onda Musicale

PAGINA FACEBOOK DI ONDA MUSICALE 

Leggi altri articoli della rubrica "Soundtracks"